"Pensa da uomo di azione e agisci da uomo di pensiero" (Henri Bergson)

ElwaveSurfer

ElwaveSurfer con PART TIME TRADER è affiliato a WALL STREET ITALIA blog

mercoledì 29 luglio 2015

FTSEMIB - Probabile onda 3 in progress

Col movimento di ieri trova conferma lo scenario principale ipotizzato ovvero fine dello storno di onda 2 in area 22.930 (Fibo price cluster, segnalato nel post del 21 luglio) e prime fasi di avvio della 3 minute, con la 3 della [1] in progressione;
tuttavia, considerato che mancano conferme, va mantenuta estrema cautela perchè il conteggio alternativo (ora rimbalzo di onda Alt:[x] di Alt:2) con potenziale interessamento di nuovi minimi, resta ancora valido.

Ieri sono entrato long in apertura sul LYXOR ETFMIB (sono incasinato sul lavoro, ieri i giornali erano pieni di articoli sulla mia azione di risanamento del bilancio e non ho tempo di far analisi per selezionare singole azioni);
data l'aggressività dell'azione e la pesantezza della posizione, stop loss strettissimo sotto il minimo della presunta onda 2 (22.809, alias - 0,80%).

ElwaveSurfer

 



martedì 28 luglio 2015

FTSEMIB - Storno in completamento

Tutto secondo le previsioni dello scenario principale intraday, malgrado il pesante sell di ieri; ora:
o lo storno [a]/[w] - [b]/[x] - [c]/[y] a completamento della presunta onda 2 è già terminato (ma è necessario che non scenda sotto i minimi di ieri) oppure si può scendere fino a 22.170 (ritracciamento del 61.8% di onda 1) ovvero sotto di meno del 3% rispetto ai valori attuali.
Con uno stop a  -5%  i più aggressivi potrebbero già cercare di entrare long;
i più prudenti aspetteranno una reazione al rialzo.
Dovremmo comunque essere vicini alla fine della correzione.

 AGGIORNAMENTO DEL GRAFICO PUBBLICATO MARTEDI' 21 LUGLIO 

(vedere il post)




giovedì 23 luglio 2015

FTSEMIB - Storno atteso

La correzione iniziata martedì è quella ipotizzata nel post dello stesso giorno, anche se per come si sta sviluppando ripercorre più l'ex alternativo di breve, ora principale, ovvero onda 2 minute, anzichè l'ex principale di breve, ora alternativo, ovvero onda Alt:[4] minuette;
l'obiettivo ideale resta 22.930 venerdì 24.

Vediamo SE ci arriva ... e COME ci arriva (ovvero con quale struttura, zig-zag, flat, complex....);
sono condizioni imprescindibili per valutare e pianificare un eventuale ingresso long;
esiste anche una ulteriore alternativa ad alta probabilità ma più rischiosa , ancora prematura che non vale la pena di spiegare ora.

Strategia: wait and see...

ElwaveSurfer 




martedì 21 luglio 2015

FTSEMIB versus GOLD

Da alcuni mesi si mette in evidenza che, nei rispettivi scenari principali, i mercati azionari sono presumibilmente nell'ultima giuntura di acquisto per cavalcare la fase terminale del bull market (SPX, NDX, DAX) o del bear market rally (FTSEMIB e NIKKEY) quindi in prossimità di un Top Ciclico almeno di medio termine (Shangai sembra averlo già raggiunto) mentre le merci, compresi i metalli, sono nell'ultima giuntura di vendita ovvero nella probabile fase finale di un pesante downtrend che li porterà a realizzare un importante Bottom Ciclico.

Prendiamo due di questi mercati e valutiamo le possibili strategie operative.

Il nostro FTSEMIB continua a spingere forte; secondo la teoria di Elliott, dovremmo essere nella [4] della 1 della c o Alt:5 minor con primo obiettivo a 23.690;
vista la potenza del movimento in corso, ha perso slancio il precedente conteggio alternativo di breve di un ending diagonal tipo 3 x 5, sostituito dallo scenario (nuovo Alt:) che vede la Alt:1 terminata ieri , con primo target della Alt:2 in area 22.930 (chart 60 minuti, ritracciamenti di Fibonacci al 38.2%)

 

Nel grafico daily successivo è riportata una ipotesi (e nulla più) di una delle possibili sequenze del movimento in corso (disegnata in giallo);
l'obiettivo del TOP in area 26.000 si confermerebbe solo in caso di c o Alt:5 minor con estensione di onda 1 , ma francamente è presto per simili elucubrazioni; ogni altra impulsiva avrebbe target ben maggiori.

Il vero punto è che se non storna non si riesce ad entrare con prezzi decenti (e pur con basse prospettive potenziali), perchè a 'sti livelli , anche se in presenza di un segnale long di breakout già conclamato, si rischia di prendere uno stop nei denti.


L'ORO è agli antipodi.

Di seguito il grafico pubblicato nel post del 02 giugno scorso dove si ipotizzava l'avvio di una ondata ribassista impulsiva, in termini di Elliott l'onda 3 minor della (c) intermedia della [Z] Primary, ovvero un movimento che avrebbe condotto invariabilmente a nuovi minimi di Ciclo.


Ieri mattina sul blog USA ho pubblicato i nuovi grafici aggiornati ipotizzando una 3 della 3 in progress, che sta a significare che se l'onda è estensiva si può scatenare l'inferno... e l'inferno si è scatenato;

 

i fondamentalisti imputano il crash di ieri alla FED, alla Cina o al Dollaro, ma poco importa, è stato dirompente ed è un movimento non frequente su un mercato stabile come il metallo giallo.

Di seguito i grafici mensili (su scala lineare, ancora più eloquente) e giornalieri di due dei titoli auriferi più rappresentativi che da diverse sedute avevano anticipato il movimento ribassista e ieri hanno fatto registrare veri e propri crolli:

BARRICK GOLD (ABX)



- 15% con un volume di 51 milioni di pezzi 
(e una media a 50 gg di 12 milioni)


 GOLDCORP (GG)


- 12% con un volume di 22 milioni di pezzi  
(e una media a 50 di 7 milioni)



Va tenuto presente che molti grossi consulenti e trader USA chiamano da mesi il minimo sull'ORO solleticando i loro clienti ad accumulare posizioni long;
ma come si è visto, comprare in un mercato ribassista con una struttura down incompleta è un forte azzardo.

Alla fine la piccola posizione short sull'ORO non mi ripaga di essere stato long sul FTSEMIB ma con un ingresso in un timing sbagliato (sincronizzato con la crisi greca), essermi dovuto ricoprire due volte per proteggermi dallo sciaquone, esser sbattuto fuori in perdita (per fortuna piccola) e vedere che il mercato poi risaliva secondo la previsione rialzista originariamente formulata ma senza di me.

Il trading è anche questo.

ElwaveSurfer

post pubblicato su Wall Street Italia , nel blog affiliato PART TIME TRADER

venerdì 17 luglio 2015

CAMBIATO TUTTO PER NON CAMBIARE NIENTE

I pesanti impegni settimanali sul lavoro (verifica equilibri di bilancio) uniti ad uno stato di salute che non migliora (dovrei stare a riposo invece vado in ufficio, per forza che non migliora!) non mi hanno consentito di aggiornare il blog... penso che capirete...

------------

E' stato solo un movimento a V , di quelli che ti spazzano via dal mercato e poi non ti danno il tempo di rientrare; 
i nuovi scenari ipotizzati nell'ultimo post sono stati sconfessati nel giro di poche sedute (era corretto solo quello di breve, individuato come bottoming, come poi si è verificato) e tutto è ritornato ai vecchi scenari di medio / lungo che seguo, con piccoli aggiornamenti, da circa 3 anni;
sostanziamente:
- nel breve anzichè una b o Alt:4 in forma complex w-x-y , è stata un complex w-x-y-x-z (operativamente entri sulla presunta 1 che invece è la seconda x e l'ultimo storno della z ti sbatte fuori in perdita)
- nel medio / lungo i due scenari prioritari ipotizzano ancora  il TOP più volte indicato in area 24.500 / 26.000 come ancora in divenire; in particolare:
scenario principale (40%): potremmo essere nella onda 1 della c minor della (z) intermediate della [C]/[Y] Primary con Cycle Top X ;
scenario alternativo (35%): potremmo essere nella onda 1 della Alt:5 minor della Alt:(5) intermedia con Top di grado Primary di onda Alt:[1] ;



Dal punto di vista operativo siamo in prossimità di un segnale LONG sul breakout della resistenza ma anche non molto distanti dalla fine della onda 1, soprattutto se la c o Alt:5 dovesse configurarsi come una diagonal, con le onde interne 1-2-3-4-5 in tre e non in cinque;
Servirebbero 3/4 giorni di correzione o congestione, ma se non ci sono notizie negative può anche continuare a salire a razzo;
lo storno della ipotetica [2]/[b] è stato ridicolo (meno del 23.6%) , secondo la logica che chi ha perso il treno cerca di rientrare al minimo storno (per cui la domanda soverchia sempre l'offerta e i prezzi non possono che aumentare).

Buon weekend.

ElwaveSurfer


giovedì 9 luglio 2015

FTSEMIB - CAMBIO DI SCENARI

Non è stato necessario attendere un paio di giorni per avere conferma del conteggio;
già lunedì 06 luglio, con la rottura di 21.855 conclamata in sede di chiusura, il conteggio era compromesso e martedì verso le 12.15 con la rottura della chiusura precedente (21.600 dell'indice) abbiamo avuto la conferma dell'invalidità dei conteggi proposti (oltre che il segnale di chiusura della mie posizioni).

Gli scenari cambiano radicalmente e l'ordine di priorità e probabilità diventa il seguente:
trend di breve (base daily): da ribassista a bottoming;
trend di medio (base weekly): da laterale a ribassista;
trend di lungo (base monthly): da topping a ribassista.

Pubblico i nuovi grafici nel weekend.

Data la finalità del blog, ricapitolo nel grafico seguente la vision degli ultimi due mesi per mostrare come, pur a fronte di una corretta previsione del trend e dei punti di inversione, il proprio modello operativo e il verificarsi di un evento avverso abbia generato un risultato in perdita.



GESTIONE OPERATIVA

Martedì, dopo l'allarme della rottura di 21.600, ho trasmesso gli ordini per chiudere le posizioni aperte (quasi tutte in una ventina di minuti, escluso VAS che sono riuscito a chiudere solo alle 15 perchè poco liquido).

Tutte le posizioni sui titoli azionari hanno segnato una perdita, alcuni come i bancari anche a doppia cifra (rinvio alla pagina dedicata), ma il guadagno sulla posizione dell'ETF short (LYXOR XBEAR) acquistato per ricopertura avrebbe perfino compensato interamente il loss se non fosse che le plusvalenze realizzate sono tassate mentre le minusvalenze subite non sono compensabili;
pertanto questo giro ha comportato una perdita finale sull'intero portafoglio azionario investito (escluso l'hedge) del - 1,5% ; non sono contento ma non mi posso lamentare, poteva andare peggio.
Ancora una volta voglio sottolineare che TRACCIARE SCENARI E' IMPRESCINDIBILE PER POTER TENTARE DI INDIVIDUARE LA DIREZIONE E L'INTENSITA' DELLA PROPRIA OPERATIVITA' , MA IL TRADING NON E' PREVISIONE , E' MANAGEMENT E DISCIPLINA che si realizzano soprattutto:

1) investendo solo una parte del capitale;
2) diversificando su più posizioni;
3) in condizioni avverse, chiudendo in stop loss o ricoprendo con una posizione inversa;
4) avendo una strategia operativa ben definita, che rispetta i segnali del proprio modello e non gli scenari ipotizzati;
5) ESSENDO CONSAPEVOLI CHE TUTTO PUO' SUCCEDERE ED E' IMPOSSIBILE GESTIRE L'IMPREVEDIBILE (nel caso di specie, la testa di Tsipras).

Chiudo richiamando la REGOLA N° 5 della mia FILOSOFIA DI TRADING pubblicata in prima pagina:


Pregare (per i credenti) o sperare (per gli atei e gli agnostici) di non incappare nel Black Swan. 


Chi fosse stato long su Wall Street l'11 settembre 2001 non avrebbe comunque avuto scampo...

nel trading, come nella vita, la buona e la cattiva sorte sono determinanti!


Ciao

EWS.

martedì 7 luglio 2015

FTSEMIB - Quadro in deterioramento

L'esito (inatteso) del referendum in Grecia (con percentuali di No e Si vicine a quelle di Fibonacci) e le prevedibili reazioni della Troika hanno generato la brutta chiusura di ieri, sotto il minimo precedente.

Considerazioni:
1) i Greci hanno scelto, consapevoli o meno, il loro destino; Tsipras è stato un manipolatore più abile della controparte , facendo credere al suo popolo che ci sarebbe stato un accordo in 24 - 48 ore; 
i greci non hanno capito che un accordo richiede una negoziazione tra due parti ma se la controparte si rifiuta di sedersi al tavolo negoziale, l'accordo non ci può essere; 

2) la dimissioni di Varufakis contano zero; già da mesi non partecipava più  ai tavoli negoziali; Tsipras deve mettere sul piatto ben altro, riforme e numeri; non può pretendere solo un taglio del debito, nessun creditore lo concederebbe mai senza qualcosa di sostanzioso in cambio, e la sua proposta deve essere veloce e sostanziale perchè

3) la Grecia è tecnicamente fallita; la BCE da sola non potrà garantire liquidità ELA alle banche se non per pochi giorni e Draghi non vuole, giustamente, ricoprire un ruolo politico;

4) la Troika vorrà lo scalpo di Tsipras; non può pretenderlo subito, visto il risultato referendario, ma nel medio termine farà di tutto per vendicarsi della "spudoratezza" del comportamento; gli eurocrati non ammettono pensieri e comportamenti diversi dai clichè e dai propri voleri / valori;
per questo l'Europa, così come è strutturata e fondata su austerità e giogo dei popoli non può funzionare.

5) la Germania e la Francia continuano a dare il peggio di se stesse; l'Italia continua a non contare nulla mentre di fatto ha l'unica carta in grado di cambiare l'Europa (il nostro debito farebbe "game over");
siamo il vero bersaglio di tedeschi e francesi.

6) il FMI , col report che dichiara l'insostenibilità del debito greco, ha fatto una figura barbina; Lagarde si dovrebbe dimettere; è stata semplicemente ricondotta all'ordine dal suo principale azionista, gli USA, che per ora stanno nell'ombra preoccupati più dell'avvicinamento di Putin alla Grecia che della debolezza dell'Euro. 

Conclusioni; si mette male, molto male.

Da un punto di vista tecnico:

a) nella migliore delle ipotesi (accordo), pur con un doveroso riconteggio, siamo nell'ultima onda z di un triplo zig-zag di onda b o Alt:4 minor; in un paio di giorni ci leviamo il pensiero circa la sua fattibilità;

b) nell'ipotesi peggiore (Grexit) siamo già nella correzione di medio - lungo termine.

Non ci resta che attendere per vedere la reazione del mercato; volatilità in aumento con movimenti anche brutali.


  EWS

PS: a Padovan e Renzi sarebbe interessante far vedere il grafico sovrastante a confronto con quello del Dax e Cac di ieri; i mercati non stanno dicendo esattamente la stessa cosa....