"Pensa da uomo di azione e agisci da uomo di pensiero" (Henri Bergson)

ElwaveSurfer

ElwaveSurfer con PART TIME TRADER è affiliato a WALL STREET ITALIA blog

venerdì 28 febbraio 2014

FTSEMIB - Sarà la BCE

Ieri il piccolo storno atteso c'è stato toccando i 20.137 rispetto al target individuato di 20.100.
 
Ora che la correzione sia terminata ovviamente non è dato ancora saperlo.
 
Come ho già scritto  manca il detonatore per la rottura rialzista (o ribassista se  la miccia sarà bagnata) e questi, per ora, ce li hanno in mano soprattutto la FED e la BCE.
 
Ieri Yellen si è dimostrata più prudente sul proseguimento del tapering e WS ne ha giovato con un nuovo massimo storico (non uscendo ancora completamente dalla piccola congestione).
E Draghi, parlando in Germania a casa della Bundesbank, pur negando la deflazione (non lo può dire apertamente altrimenti i padroni di casa si incaxxano) ha ripetuto che è pronto ad agire se l'inflazione resterà bassa (e ieri i dati tedeschi erano proprio in questa direzione).
 
Penso che il mercato azionario europeo non storna perchè si aspetta dalla BCE una ulteriore imminente misura di allentamento della politica monetaria nella riunione di giovedì, che sia taglio tassi o altro.
Chiaro che le borse potrebbero scontare la manovra con un movimento anticipatore quindi allerta e attenzione.
Oggi ulteriore dato anticipatore dell'inflazione.


PORTAFOGLIO

Ingresso in riaccumulazione su SOGEFI (brutto, sembra un failed breakout...)

ElwaveSurfer

giovedì 27 febbraio 2014

FTSEMIB - Non ce la fa a rompere

I tori hanno fallito l'ennesimo attacco alla resistenza, l'incertezza resta molto alta ma ora gli scenari prospettati ieri si invertono e diventa più probabile uno sciaquone (almeno) fino in area 20.100; non sarebbe un dramma se ci si ferma lì e reggono gli stops...



PORTAFOGLIO

Immutato

ElwaveSurfer

mercoledì 26 febbraio 2014

FTSEMIB - Manca il detonatore

Un vero sfinimento.
Siamo a sette sedute consecutive in trading range; l'incrocio di resistenze indicato oltre una settimana fa è più tosto del previsto.
Ma almeno una novità sta prendendo forma; il pattern si è trasformato in una sorta di triangolo.
Nella sua teoria, Elliott ammette solo l'ipotesi del triangolo di continuazione (mentre  Neely anche quello di inversione) e pure con una specifica limitazione; il "secondo" Elliott (quello di "Nature's Law") ha rigettato la possibilità che il triangolo possa avvenire in onda due (mentre il "primo" Elliott, quello di "The Wave Principle",  riteneva possibile questa eventualità).
A mio modestissimo parere:
a) sebbene l'ortodossia di Elliott, in questo caso, sia arrivata al maniacale (personalmente, in 20 anni di analisi di grafici di azioni quotate in molte borse mondiali, di triangoli in onda due ne ho visti diversi, e anche di triangoli di inversione in onda c o cinque come indicato da Neely)
b) ammesso e non concesso che siamo in onda due (e non è affatto scontato)
il conteggio possibile "parificato" al triangolo da Frost e Prechter è il classico  [1] - [2] / 1 - 2(i) - (ii)  , cioè una struttura dinamica di una potenza impulsiva notevole.
Non si può che aspettare; quello che manca è il cosiddetto evento detonatore, che determinerà la rottura rialzista o ribassista (in tal caso il primo scenario alternativo è un triangolo di onda Alt:x con onda Alt:y al ribasso)
Purtroppo questo detonatore non è stato Renzi, e non riesce ad asserlo Wall Street e la (bassa) possibilità di un ribasso dei tassi della BCE è ancora distante.



PORTAFOGLIO
Uscita prematura per stop a inseguimento (-6% dal top) su BANCA IFIS @ 12.44 (+ 2,73%)
Fermo il resto.

ElwaveSurfer

martedì 25 febbraio 2014

FTSEMIB - Attesa

Ancora in altalena , la congestione si allarga e la volatilità si comprime.
Il mercato è pronto per una definitiva rottura?
Se al rialzo l'ipotesi possibile è di 1 - 2  [1]-[2] ovvero di 3 della [3] ;
se al ribasso il conteggio è da rivedere in funzione del movimento.




PORTAFOGLIO

Ieri ingressi in riaccumulazione su
 
INDESIT




 TREVI FIN



e nuovo su STEFANEL .

ElwaveSurfer

lunedì 24 febbraio 2014

FTSEMIB - Altro tentativo

In apertura vedremo la reazione dei mercati al Governo Renzi.
E' possibile un  attacco alla potente resistenza di 20.580-20.600 , ed è forse l'ultima chance.
Capiremo se siamo sulla 3 della [2] della c o è una trappola.




PORTAFOGLIO

Immutato; ho altri ordini di ingresso ad incremento delle posizioni assunte che possono scattare sulla rottura verso l'alto delle rispettive congestioni laterali (es: INDESIT, SOGEFI, TREVI...)

ElwaveSurfer

sabato 22 febbraio 2014

VERSO UN GOVERNO DI BELLA PRESENZA

Renzi ha presentato la lista dei Ministri e, francamente, mi è sembrata un po' deludente.
E' molto aggressiva nello stile del personaggio: niente Vice Premier, poca gente e perlopiù giovane, un corretto apporto di quote rosa con visi suadenti, ma poco altro.
C'è pure molto equilibrismo avendo dovuto inserire alcuni uomini del PD di correnti avverse (per coprirsi le spalle da un partito in subbuglio che sta bastonando ad ogni occasione), un UDC (per estendere il raggio del consenso parlamentare), Padoan (per ammaliarsi la BCE , la UE e i mercati) e persino la Guidi (per ammaliarsi Confindustria), ma sembra ci sia anche tanta inesperienza (e poi far fuori la Bonino per il gusto di rottamare e di innovare sempre e comunque mi pare eccessivo).
Il Renzi è comunque furbo e appare bene in TV, vuole trasmettere entusiasmo e una ventata di novità per superare una rassegnazione ormai cronica.
Se facesse due terzi del programma che ha promesso saremmo a cavallo.
Ma non ha soldi (come non li aveva Letta) e ha una maggioranza di governo limitata (come aveva Letta) sebbene abbia un rapporto privilegiato con Berlusconi per portare avanti la riforma elettorale (e forse qualcosa d'altro)
E' consapevole di giocarsi tutto (o quasi) e del fatto che gli manca la vera legittimazione popolare; deve perciò fare bene e presto, per l'opinione pubblica, le imminenti elezioni e il semestre europeo, e le due cose sono spesso inconciliabili.
Per esperienza personale, uno dei veri problemi di un qualsiasi Governo è il rapporto con la burocrazia ministeriale; nessun Ministro o Sottosegretario cava fuori un ragno dal buco se non ne capisce molto della sua materia (e qui di incompetenti ce n'è parecchi) e non ha uomini fidati tra i dirigenti e funzionari dell'apparato; sono loro a fare le leggi e i provvedimenti e se vogliono giocare a carte coperte o mettere i cosiddetti bastoni fra le ruote, non si combina nulla, ti portano pian piano in un pantano dal quale non se ne esce (e si affoga).
Non essendo un disfattista l'augurio è che Renzi riesca a fare almeno alcune delle riforme che si è prospettato perchè i principali punti del suo programma sono effettivamente quelli urgenti e ritenuti necessari dalla gente.
Se sbagliasse o non reggesse l'urto e non riuscisse a varare nemmeno la riforma elettorale, il PD sarebbe morto e si andrebbe velocemente alle elezioni  in un caos politico-istituzionale incredibile (alla faccia dello spread sotto i 200 punti e della nostra borsa che prova a risalire)
 
Un buon weekend.
 
ElwaveSurfer

Due ultime riflessioni:
1°) Grillo ha perso l'ennesima occasione di scongelare il suo 25% dei voti; il M5S ha alcune buone idee e qualche valido deputato, ha fatto fare un anno di esperienza ai propri uomini che potrebbero incominciare a dire e produrre qualcosa di veramente concreto; sarebbe il vero vento di novità di questo Paese, ma la sostanza è anche forma e il modo in cui Grillo ha trattato Renzi è imbarazzante.
A qualunque avversario si deve comunque rispetto, e poi quel "io non sono democratico" getta un'ombra inquietante sull'intero Movimento.
Non si può essere  contro tutto e contro tutti "a prescindere".
Quando gli confezioneranno (Renzi e Berlusconi) una legge elettorale (su misura) che offre un premio di maggioranza alla (loro) coalizione che raggiungerà il 37-38%, visto che il M5S non si allea con nessuno, per Grillo sarà "game over" e per molti italiani l'ennesima occasione sprecata.
2°) Sul sito americano ho pubblicato una panoramica con la Elliott Wave della situazione sui mercati forex; ricordo agli utenti del sito che io non trado le valute ma ritengo comuque che una loro analisi sia imprescindibile per avere uno sguardo intermarket completo e globale sui mercati finanziari.
 
Ciao.

venerdì 21 febbraio 2014

FTSEMIB - Un bella sorpresa

Data la forza dimostrata ieri mi devo ricredere.
Caspita, mi dico, un mercato che ricopre un gap in questo modo può aver ancora qualcosa da dire in senso positivo !
Dopo uno studio approfondito c'è ancora un conteggio rialzista impulsivo, che sebbene un po' scomposto, è anche suffragato da alcune interessanti proiezioni di Fibonacci.
Potremmo essere vicini alla fine della [2] della c .
Ma servono conferme, ed è bene stare sempre in occhio.

ElwaveSurfer




giovedì 20 febbraio 2014

FTSEMIB - Alta probabilità di discesa

Continua l'angosciante congestione, la nebbia non si dirada ed è inutile sforzarsi le meningi.
Le probabilità di una discesa sono elevate, visto che:
a) il nostro indice non sembra aver la forza di rompere le due resistenze incrociate;
b) ieri gli indici americani hanno completato una sequenza impulsiva e avviato una correzione che sembra un zig-zag verticale.
Il grafico non la dice tutta, ma non ci sono ancora elementi per aggiornarlo.



PORTAFOGLIO

Errata corrige.
Martedì mi si è chiuso, con lo stop profit a inseguimento, RETELIT @ 0.738 (+ 10,36%)


ho scoperto stamattina che non ho abilitato l'operatività sui derivati con uno dei due broker italiani; che coglione, era il caso di comprare una manciata di MIBO PUT marzo per ricopertura.

Ora speriamo saltino pochi stops.

ElwaveSurfer

mercoledì 19 febbraio 2014

FTSEMIB - Qualcosa non quadra

Qualcosa non tornava e continua a non tornare.
Il pattern ipotizzato si è rivelato errato;
il problema è che non si capisce un accidenti, e se è abbastanza frequente vagare nella nebbia durante i movimenti correttivi, di solito non lo è negli impulsivi, a meno che non si sia di fronte ad una superestesa o ad una doppia estensione, oppure non ci sia un errore nei conteggi.... 
Il dubbio fondamentale è che la presunta 2 della presunta [3] sta impiegando più tempo della ipotetica [2] e trattandosi di un grado inferiore non è una cosa normale.
In sostanza, il pattern ha perso il cosiddetto "right look"
O sfonda oggi o la vedo brutta, con tutto il pattern dal bottom del 4 febbraio da ricalcolare, e non in senso impulsivo.
E quando a salire sono le correttive, il movimento non è sano (e spesso è pericoloso).



PORTAFOGLIO

Ingresso su IMA, sulla rottura di uno dei rarissimi triangoli ascendenti che si vedono in borsa.



Ciao

ElwaveSurfer

martedì 18 febbraio 2014

FTSEMIB - Strano movimento

Il mercato ha disegnato un pattern difficile da decifrare (un running three?!?) e si è fermato sulla doppia resistenza citata ieri, anche in attesa di vedere cosa fa Wall Street (ieri chiusa x festività).
 
Se fosse già finita la 2 della [3] sarebbe il preludio ad un movimento di spinta fortissimo, ma ancora non mi fido, questo non rifiata e la cosa sarebbe normale in un bull market non in un bear market rally.




PORTAFOGLIO

Ieri ingressi long incrementali (rispetto a posizioni già aperte) su AEDES, A2A, MONDADORI, PRIMA INDUSTRIE, SAES GETTERS RNC, SNAI, SALINI IMPREGILO
 

ElwaveSurfer

lunedì 17 febbraio 2014

FTSEMIB - In piena onda rialzista

Il movimento di venerdì non era proprio quello che mi aspettavo; anzichè disegnare un sideways e tardare di un giorno o due la ripartenza, il mercato è salito subito con una bella candela, segno di una forza intrinseca veramente notevole.
 
Dal punto di vista di Elliott sembrano già completate la [2] e la 1 della [3] ; se buca l'incrocio delle resistenza sulle quali si trova (trendline ribassista rossa e proiezione gialla di Fibonacci) sarà una ulteriore conferma che siamo nella terza della terza, in piena potenza rialzista.





PORTAFOGLIO
 
Venerdì la prima vittima, ASCOPIAVE che aprendo con un pesante gap down ha fatto scattare lo stop loss (-6%); inoltre ingresso long su UNIPOLSAI.
 
Il portafoglio è già a buon punto (vedere pagina dedicata) ma oggi ho comunque inserito diversi ordini per incrementare long alcune posizioni già aperte come BANCA POP ETRURIA/LAZIO, INDESIT, MONDADORI, SALINI IMPREGILO, SAES GETTERS RNC, SNAI e provo l'ingresso su WDF e AEFFE



ElwaveSurfer

venerdì 14 febbraio 2014

FTSEMIB - In correzione

Seduta a due facce, una decisa presa di profitti iniziale e poi un rapido recupero, morale un hammer giornaliero.
Se da un lato lo scenario principale prospettato si è rivelato corretto (fine della 5 della [1] ) l'onda [2] si profila come sideways pattern tipo complex three o expanded flat, due dei modelli correttivi più difficili da interpretare.
Qualsiasi altra valutazione è ancora prematura, anche le proiezioni di prezzo / tempo.
Non si può fare altro che aspettare, è presto per incrementare, bisogna solo sperare che non entrino gli stop.


PORTAFOGLIO

Immutato; è uno dei portafogli più scomposti che abbia mai avuto, ma i suoi punti deboli sono il controaltare della strategia che ho seguito in questo giro :
1°) punto debole: i titoli sono decisamente troppi ma l'obiettivo era di entrare su molti più titoli della media, vedere quelli che assecondano meglio il rialzo acquistando forza relativa e chiudere gli altri (visto che uno in anticipo non può sapere quali sono quelli che spingono come e più del mercato e quelli che producono trappole o rotture fallite);
2°) punto debole: molti piccoli titoli poco liquidi e veramente volatili , ma l'obiettivo era sfruttare la terza ondata dove generalmente iniziano ad essere coinvolti.
Se riesco provo a riequilibrare il portafoglio.

ElwaveSurfer




giovedì 13 febbraio 2014

FTSEMIB - Spunto notevole

Al di là di ogni più rosea aspettativa.
Ma ha da fermarsi per rifiatare, anche solo un paio di giorni.
O la 5 della [1] è già finita o sta finendo.




PORTAFOGLIO

Oggi ultimi ingressi: CARRARO, FIERA MILANO, INDESIT, MONDO TV, PRIMA INDUSTRIE, RCS MEDIAGROUP, SNAI.

Non mi è entrato BRIOSCHI per un colpo di sfiga infernale.
Avevo un buy breakout order a 0,1122 con limite a 0,1128.
Alle tre vedo il prezzo corrente a 0,1135 ma non vedo l'eseguito; chiamo il broker che mi spiega (sempre che sia vero ma non ho prova di smentita) che alle 14.38 rompe il trigger con 0.1125 e il mio ordine, pur diventato la miglior proposta di acquisto, è stato subito sopravanzato da un 0.1129 e da quel momento non è più sceso. Per un tick ho perso uno rialzo del + 7 per cento.
Ed è già la seconda volta in 5 mesi (a ottobre con SNAI, sul quale poi entrai lo stesso)
Sono vecchio ma sono ancora cose che bruciano un po' (per 10 minuti, una volta stavo incazzato per 3 giorni, le priorità nella vita cambiano ;-)

ElwaveSurfer

mercoledì 12 febbraio 2014

FTSEMIB - Ancora una conferma

Il superamento deciso del ritracciamento di Fibonacci del 61.8% dell'ultimo ribasso avvalora l'ipotesi che quello in corso non sia un rimbalzo ma un vero rialzo. Vedremo.
Scenario preferito: vicini al top di onda 5 della [1] della c , non credo abbia subito la forza di superare i massimi (che peraltro sono a meno dell'1,5%)




PORTAFOGLIO

Ieri ingressi long su: ASCOPIAVE, GEOX, MONDADORI, RETELIT (bellissimo allungo) , SABAF (brutto breakout) , SAES GETTERS RNC (bel movimento, ma meglio l'ordinaria)
Ho raggiunto il 40% del capitale; anche i range giornalieri iniziano a farsi sentire.
Spero che i nervi reggano, ho riposato fuori mercato solo 10 giorni (e in ufficio è un periodo di sole rogne)

ElwaveSurfer

martedì 11 febbraio 2014

FTSEMIB - Secondo le attese

Il movimento è sostanzialmente quello prospettato ieri; fine onda 3 ed onda 4 in completamento.




PORTAFOGLIO

Ieri ingressi su AEDES, BANCA POPOLARE ETRURIA/LAZIO, MARR, LANDI RENZO (2° posizione) ; mancato ingresso su SNAI che per la seconda volta in pochi mesi ha nuovamente saltato , con un gap in apertura, il mio limite del buy order (a 1.84); per punizione due testate nel muro, così la prossima volta lo tengo più largo !

Bene DELCLIMA (+ 6%), male BANCA GENERALI (-2,5%)

Bello il pattern disegnato da LANDI RENZO , un raro esempio di price + pattern + momentum.


Buon trading.

ElwaveSurfer

lunedì 10 febbraio 2014

FTSEMIB - Dimostrazione di forza

QUADRO TECNICO

Siamo vicini al ritracciamento del 61.8% della precedente onda b ribassista, e sembra anche al top della 3 estesa della [1] della c rialzista;
se sale in apertura, non dovrebbe superare i 19.750 per poi ripiegare subito fino, massimo, a domani, con il bottom di onda 4 in area 19.460-19.440.




   SCENARIO PRINCIPALE


TIME FRAME
ONDA / GRADO
TREND
direzione / tipo
ELLIOTT WAVE PATTERN
IPERLUNGO
X  CYCLE
rialzista
correttivo
complex Zig-Zag
W-X-Y-X-Z
LUNGO
[C] / [Y]  Primary
rialzista
correttivo
Triangle [A]-[B]-[C]-[D]-[E] 
o   Three  [W]-[X]-[Y]
MEDIO
(y)  Intermediate
rialzista
correttivo
complex Zig-Zag
(w)-(x)-(y)
Breve
y  Minor
rialzista
correttivo
double Zig-Zag
 w-x-y
Brevissimo
c  minute 
rialzista impulsivo
Zig-Zag 
a-b-c
Multiday
[1] minuette
rialzista impulsivo
Impulsiva
[1]-[2]-[3]-[4]-[5]
Intraday
3  subimuette
rialzista impulsivo     
in topping
Impulsiva
1-2-3-4-5


STRATEGIA: accumulazione di posizioni LONG


PORTAFOGLIO

 A2A, BANCA GENERALI, BANCA IFIS, BIESSE, BREMBO, DELCLIMA, EITOWERS, IREN, LANDI, SALINI IMPREGILO, SOGEFI, TREVI FIN.
 Sono tutte mezze posizioni a parte DELCLIMA


 HOT LIST

Alla pagina dedicata.

Buon trading, e prudenza;
se è vero uptrend, è comunque agli albori, e il rischio è ancora elevato. 

ElwaveSurfer




venerdì 7 febbraio 2014

FTSEMIB - Uptrend

Prevale lo scenario alternativo, ovvero probabile inizio di onda [1] di onda c minute.
Si sale.



 
 
PORTAFOGLIO
 
Ieri ingressi long su A2A, BANCA GENERALI, EI TOWERS, IREN, LANDI, SOGEFI, TREVI
Oggi inseriti ordini long di ingresso su breakout sugli altri della HOT LIST (cui aggiungo MARR, ed escludo POLTRONA, AZIMUT e BANCA PROFILO, che ho aspettato per un anno e sul quale ho postato grafici ed è partita ieri improvvisamente senza che riuscissi ad entrare ... stavolta ci sta un porca vacca boia !!!)
Ho l'impressione che non sarà un giro facile.
 
ElwaveSurfer

giovedì 6 febbraio 2014

FTSEMIB - Scenari opposti

L'esercizio di ieri non è stato (per ora) risolutivo.

I primi due scenari hanno direzioni opposte:
> quello principale ; prosecuzione del ribasso con onda 3 della [c] della b minute;
> il primo alternativo; avvio del rialzo della Alt:3 della Alt:[1] della Alt:c



 POLTRONA FRAU segnalata nella HOT LIST lunedì, aveva fornito un bellissimo segnale martedì pomeriggio (ma l'ho visto a borsa chiusa perchè non sono riuscito a collegarmi nemmeno in pausa pranzo) e l'ordine sul breakout di ieri non è entrato dato il gap (+ 18%)
Chi fa trading part time deve aspettarsi anche questo; segue un titolo per mesi e poi non riesce a entrare.
Fa niente, avanti un altro ;-)



I titoli più interessanti della HOT LIST sono:

A2A, BANCA GENERALI, DELCLIMA, INDESIT, IREN, MONDADORI, EI TOWERS, EUKEDOS, LANDI, RETELIT, SOGEFI, TREVI.

Inserirò degli ordini long su breakout ma per mezza posizione visto lo stato incerto del mercato;
la strategia, rischiosa, è la seguente; visto che confido che l'indice abbia uno spazio di discesa massimo del 3,5% (prima almeno di un rimbalzo) inizio a posizionarmi su titoli con patterns robusti o molto forti che possono anticipare il mercato o aver più chances di tenere se scende.
E' una scommessa (come sempre...)

ElwaveSurfer

mercoledì 5 febbraio 2014

FTSEMIB - Esercizio applicato di Elliott

Quale delle due onde nei riquadri è impulsiva e quale correttiva (dato che non lo possono essere entrambe)?

Per chi opera intraday o in logica reversal può essere importante (gli altri si astengano)

Se fosse l'onda nel riquadro giallo potremmo anche avere una short [c] del zig-zag composto con la fine dell'onda b e l'avvio di un nuovo uptrend di grado minute

Se fosse l'onda nel riquadro rosa sarebbe terminata la 1 della [c] quindi rimbalzo e poi nuova discesa e ripresa del downtrend.

Ovviamente la risposta ce la può dare solo il mercato, forse già domani.

Interessante notare che Fibonacci funziona anche nei time frame minuscoli;
i minimi della 5 o della 5 sono pari:
a 161,8% della 1 della 2 ,
a 261,8% inverso della 4 dalla 3 ,
a 100% della 3 dalla 4 .

Provare per credere.



Alcuni titoli della HOT LIST in presunta onda 4 scalpitano per partire ( in testa POLTRONA FRAU, che ha rotto un wedge con volumi notevoli)

ElwaveSurfer

martedì 4 febbraio 2014

FTSEMIB - Si scende

Nel post di venerdì avevo fatto riferimento ad un mercato strano a rischio di movimenti inattesi dal "doppio knockout"; bene, ne ha tirato uno proprio lo stesso venerdì ma uno anche ieri con un avvio in salita e immediato ripiegamento al ribasso con accelerazione e breakdown.

Da un lato, lo scenario principale ribassista è stato confermato (e al tempo stesso invalidato quello alternativo), dall'altro un lieve riconteggio si rende necessario vista la rottura del top del 30 gennaio; il pattern più immediato è un complex zig-zag con onda [b] in forma di triangolo e onda [c] in corso;
nuovo primo obiettivo @ 18.430 in corrispondenza del Fibonacci price cluster in cui:  [c] sarebbe uguale all'estensione (interna) di 61.8% di [a] da [b] ed anche dall'estensione (esterna) di 100% di [a] da [a] .

Portafoglio sempre vuoto;
alcuni titoli sono vicini ad un potenziale bottom di onda 4 quindi ad un long in modalità pullback.

ElwaveSurfer



lunedì 3 febbraio 2014

PUNTO FONDAMENTALE E TECNICO SUI MERCATI


E' già trascorso il primo mese del 2014 e alcune considerazioni sulla situazione economica e dei mercati sono opportune.



QUADRO FONDAMENTALE

In EUROPA Draghi ha dichiarato:
1°) che la BCE proseguirà la sua politica monetaria espansiva per tutto il tempo necessario a sostenere la ripresa, conseguentemente i tassi resteranno bassi ancora per un lungo periodo di tempo;
2°) che la BCE potrebbe comunque intervenire in caso di :
Ø  un rialzo ingiustificato dei tassi del mercato monetario, sotto pressione per il tapering della FED e per la riduzione di liquidità collegata al crescente rimborso, da parte delle banche europee , dei prestiti acquisiti con le due LTRO (ne restano meno del 50% dei 1.000 mld di euro erogati, di questi il 75% è in mano a banche portoghesi, spagnole e italiane);
Ø   un peggioramento dello scenario dell'inflazione, che la stessa Bce prevede nel 2014 in calo all'1,1% (dall'1,4% del 2013) e poi in lieve rialzo nel 2015 all’1,3%, quindi nessuna deflazione “stile Giappone anni 90”come molti economisti e lo stesso FMI temono;
3°) che “la crisi non è finita, la ripresa è debole, modesta e fragile”

 Ora, benchè bassi tassi d'interesse e una inflazione costante aiutino i Governi a perseguire le loro politiche fiscali di austerity perchè riducono il costo del debito e erodono il valore reale del debito pubblico, considerato che l’obiettivo principale della policy BCE è contenere l’inflazione “sotto, ma vicino al 2%” l’Eurotower potrebbe veramente intervenire (malgrado la riluttanza della Buba)
Quali le possibili manovre di intervento?
Ø  Una nuova riduzione del tasso di rifinanziamento, già sui minimi storici, dallo 0,25% allo 0,15% oppure allo 0,10%.
Ø  Tassi negativi sui depositi dell'Eurosistema.
Ø  Una nuova versione di LTRO
Ø  l'avvio di acquisti di asset backed securities , come fatto dalla FED e della BoE con discreto successo (il denaro è arrivato anche alle imprese e alle famiglie e non si è fermato alle banche)
Ciò porterebbe ad un ulteriore scivolamento (probabilmente l’ultimo) dei tassi dei bond europei.
 
ITALIA
Le banche italiane sono piene di nostri titoli; oltre 400 miliardi con un aumento di quasi il 100% grazie alle risorse acquisite dalle operazioni LTRO della BCE , delle quali ne sono state rimborsate solo il 25%.

Se questo ha consentito, nel pieno della crisi dei debiti sovrani, di sorreggere la nostra offerta di BTP, impedendo il default del nostro Paese (bastano un paio di aste semi-deserte), ciò rappresenta un rischio per il sistema creditizio, e dunque per l'intera economia italiana; restano alcuni problemi
1°) bassa patrimonializzazione a causa dell’alto ammontare (300 mld) di crediti deteriorati; in vista dell’avvio degli stress test per valutare le loro solidità in situazioni di crisi estrema, molte banche italiane hanno annunciato aumenti di capitale (stima 7 miliardi) per rafforzarsi deprimendo le proprie quotazioni borsistiche;
2°) business orientato al trading piuttosto che alla concessione di credito per imprese e famiglie; la domanda di mutui è crollata negli ultimi tre anni (-19% nel 2011, -42% nel 2012 e -4,3% a novembre 2013) e se lo spread è vicino ai livelli dell’estate 2011 i mutui non hanno lo spread di allora (1%) ma il triplo (medio 3%)
3°) redditività insoddisfacente che imporrà al nostro sistema bancario pesanti e incisive ristrutturazioni (acquisizioni, incorporazioni e fusioni)
La produzione industriale ha ricominciato a crescere a novembre (+1,4%) e anche a dicembre (+1,3%) dopo 26 mesi consecutivi in negativo, la più lunga recessione del dopoguerra, ma è comunque scesa del 25% dall’inizio della crisi e dal picco del 2007 il nostro Pil è calato del 9% ; a sostenere la produzione è quasi esclusivamente l’export, i consumi interni sono asfittici causa il calo del reddito reale delle famiglie (-10% in 6 anni) e la crescente e altissima disoccupazione (12% , ai massimi dal 1977), mentre la spesa pubblica sotto continui tagli da spending review non aiuta il sistema.
L’inflazione del 2013 è in calo all’1,2% , il minimo da 4 anni, ma il debito pubblico è ancora alto al 130% (2.068 miliardi) con un + 6% rispetto al 2012; il 2014 si preannuncia come un anno di grosse emissioni (circa 400 MLD) e, per ora, i costi del rifinanziamento sono bassi; le aste di gennaio sono andate bene, soprattutto nelle duration a breve, con i CTZ (all’1,03%) , i BTP a 3 (al 1,51%) e i BTP a 5 (2,43%) tutti ai minimi storici; le attese degli operatori sono per una riduzione dei tassi sul BTP decennale al 3,7% e dello spread a 170-180, quindi ormai dovremmo essere arrivati al pavimento.
 
Sul MERCATO OBBLIGAZIONARIO
> in USA i T-BOND a 10 anni sono saliti dall’1,62% del 2 maggio al 3% , il 2013 con una delle peggiori performance della storia; - 2,6%, una dei tre cali più significativi dal 1973;
> i tassi sui titoli dei Piigs e i corporate bond europei sono ai minimi grazie alla forte domanda alimentata dalla liquidità dei QE e in uscita dai paesi emergenti.
Gli investitori non sentono più nessuno il rischio di distruzione dell'euro e proseguono la folle caccia al rendimento ma i rischi non mancano:

1°) Perché i PIIGS non hanno fatto molte riforme strutturali;

2°) Perché la disoccupazione è ancora alta (media 12%, con punte di 26% in Spagna)

3°) Perché ci sono crescenti tensioni sociali (che potrebbero manifestarsi anche alle elezioni europee)

4°) Perché siamo in clima di disinflazione se non di deflazione .

5°) Perché si sente puzza di bolla.
 
i tassi dei bond periferici sono vicini ad un minimo e potrebbe avviarsi il decoupling dei tassi tra EU e USA, a favore della zona euro.

In USA si è avuta:
Ø  la conferma della crescita economica, il PIL del 4° trimestre 2013 è aumentato del 3,2%,  il secondo semestre dello scorso anno è stato il migliore dal 2003 e le prospettive sono positive anche per il 2014 (PIL in aumento tra il 2,8% e il 3,2%)

Ø  la conferma della disoccupazione  in calo al 6,7%, livello minimo da 5 anni

Ciò ha indotto la Federal Reserve a proseguire nel tapering, ovvero nella riduzione degli stimoli monetari, approvando una ulteriore riduzione di 10 miliardi del QE (la seconda in due mesi) e nella forward guidance, ovvero nella promessa di tassi a zero fino al 2016.
Con questo cambio di strategia nella politica monetaria della FED, meno accomodante, è normale che il rendimento dei Treasury stia salendo e il dollaro si stia apprezzando mentre è meno scontato che la borsa continui a salire oltre i massimi storici (Bernanke, in uscita, ha dichiarato che non esiste il pericolo di bolla ma ovviamente non è credibile, avendola lui stesso alimentata oltre misura)

PAESI EMERGENTI

Pochi giorni dopo che il FMI aveva messo in guardia sul rischio che, causa il tapering della FED, il deflusso di capitali potesse scendere anche del 50%, è salita la febbre sui paesi emergenti.
In realtà la fuga dei capitali dai Paesi in via di sviluppo era già iniziata lo scorso anno quando si è registrato un deflusso dai fondi azionari e obbligazionari di 59 Mld di dollari (nel 2012 + 119 Mld) a favore dei fondi azionari di Giappone, Usa ed Europa  (2013 = + 378 mld; 2012 – 121 mld)

Il rischio è che si apra la terza fase della crisi finanziaria globale; dopo quella USA e quella Europea, quella verso i paesi emergenti

 Molte banche centrali (Turchia, India, Brasile) sono intervenute con rialzi dei tassi per sostenere le proprie monete , l’unica che non c’è riuscita e quella argentina la quale dopo aver depauperato nelle scorse settimane la metà delle proprie riserve in valuta estera per sostenere la moneta nazionale , ha assistito inerme al crollo del peso del -17% sul dollaro, la maggior caduta degli ultimi 12 anni (ma qui le cause sono di natura diversa e più profonda).

 CINA E GIAPPONE

 La Cina rallenta la crescita (PIL A +7,7% nel 4Q 2013), l’inflazione al consumo resta bassa al 2,6% (se il dato è reale) ma preoccupa la crescita dei salari (+ 17%) e la bassa liquidità del sistema (con la banca centrale che è intervenuta in due mesi con pesanti iniezioni di liquidità per placare tensioni sui tassi)

Il Giappone attiva la terza grande manovra; quella della deregulation (liberalizzazioni del settore dell'energia e deregolamentazione del Fondo di investimento pensionistico pubblico che gestisce 1200 Mld di $) e delle riforme strutturali , entrambi molto difficili in un Paese  più ingessato del nostro.

Abe aumenterà la tassa sui consumi all’8% ma taglierà le tasse sulle imprese del 2,4% e spinge per un aumento dei salari per sostenere la domanda interna, tanto ben venga una crescita dell’inflazione.
 
-----------
 
In conclusione, salvo acuirsi di crisi valutarie, emergenti o altro, i mercati azionari dovrebbero, almeno nei primi 2 o 3 trimestri, sovraperformare quelli obbligazionari (nella consapevolezza che il rischio di investimento è comunque superiore).
 

QUADRO TECNICO

Le principali borse mondiali hanno raggiunto un top temporaneo e sono tutte in correzione.

I mercati americani, che stanno da quasi 5 anni trainando il resto del mondo, non sembrano ancora aver raggiunto il top di grado Cycle (ammesso che lo scenario alternativo non prevalga sul preferito) e dopo l'attuale pausa sono lanciati verso quota 2000 l' SPX e quota 4000 il Nasdaq 100 .


 




 In Europa, l'indice FTSE100 della borsa inglese sembra che stia completando l'onda D Cycle di un enorme triangolo (l'eventuale breakout rialzista avvalora lo scenario alternativo bullish)


 il DAX, dopo la rottura dell'onda [IV] triangolare di grado SuperCycle, potrebbe aver raggiunto il primo top di onda [1] Primary



 mentre l' IBEX spagnolo non sembra distante da un top di grado Primary (in questo caso correttivo)


Tuttavia la borsa che appare più vicina al top, se non l'ha già raggiunto, è quella giapponese, la migliore del 2013; il NIKKEY  sembra aver terminato l'onda (c) intermedia impulsiva dopo la rottura del triangolo estivo di onda 4




Quanto al nostro FTSEMIB , le perplessità manifestate nell'ultimo post hanno trovato conferma nel movimento di venerdì dove, dopo un iniziale movimento ribassista è seguita una veloce risalita che ha formato un hammer; il pattern non è chiaro e prende piede lo scenario alternativo di bottom.




I titoli con le impostazioni rialziste più interessanti sono elencati alla pagina HOT LIST .

Buon trading ... e prudenza, è pur sempre un bear market rally.

ElwaveSurfer

post pubblicato su PART TIME TRADER, blog affiliato a WALL STREET ITALIA