"Pensa da uomo di azione e agisci da uomo di pensiero" (Henri Bergson)

ElwaveSurfer

ElwaveSurfer con PART TIME TRADER è affiliato a WALL STREET ITALIA blog

mercoledì 31 luglio 2013

FTSEMIB - Attesa conferma della [3] della 3

QUADRO TECNICO

Lo scenario preferito (rialzista) viene confermato anche se sono preso in leggero contropiede; sembra iniziata l'onda [3] minuette della 3 minute che spesso è tra i più potenti pattern di Elliott, ma serve comunque una conferma domani con la decisa rottura di 16.600 (un nuovo fallimento sarebbe molto negativo).



PORTAFOGLIO

Sono già abbastanza carico, con alcune buone posizioni (es: ITALMOBILIARE) altre decisamente meno (FIAT oggi ha dato un brutto segnale).
 
Vicino all'ingresso su PARMALAT e VITTORIA ASS (già segnalati) e su  HERA e LUXOTTICA (nuovi Hot), e sto valutando di aggiungere una posizione a scalare su BANCA IFIS.
 
Tra i grossi bancari interessanti BANCA POP EMILIA ROMAGNA e INTESA e tra gli outsider BIESSE.
 
Peccato per PIRELLI cui non ho prestato la dovuta attenzione.
 
Buon trading ... e prudenza!

ElwaveSurfer

martedì 30 luglio 2013

FTSEMIB - Non è ripartito subito quindi ha stornato

QUADRO TECNICO
 
Continuando il ragionamento dell'ultimo post, l'indice non ha rotto subito (al rialzo) ed ha quindi stornato (al ribasso).
Se il mio moderato ottimismo per un veloce bullish breakout è stato raffreddato nei fatti, per ora non cambia molto, anche se un aggiornamento dei conteggi a 15 minuti è necessario.
Di fatto è saltata l'ipotesi triangolo a-b-c-d-e.
E questo è un bene perché, per la teoria di Elliott, il triangolo non può apparire in onda due (regola che come ho detto non condivido fino in fondo ma è un'altra storia; da ricordare che nella sua prima opera, "The Wave Principle", Elliott ammetteva il triangolo in onda due , che fu sconfessato nella sua seconda "Nature's Law").
 
Per lo scenario preferito siamo sempre in onda [2] della 3 della a rialzista, forse in un irregular, e una correzione anche sotto i 16.000 non sarebbe un dramma; le onde due arrivano spesso a correggere il 61.8% delle uno, nel nostro caso fino a 15.800.

Lo scenario alternativo è invece avvalorato da due aspetti:
il primo è il Ciclo di breve (daily) dove siamo in corrispondenza di un potenziale top, il secondo è rappresentato dal fatto che il conteggio Alt:a-b-c in forma di zig-zag [cinque]-[tre]-[cinque] (che non avevo aggiornato sul 60 minuti, chiedo venia) si completa in prossimità di un Fibonacci price cluster, poiché l'onda Alt:c termina nel più classico degli obiettivi ovvero il 100% dell'onda Alt:a da Alt:b (linea orizzontale gialla tratteggiata), molto vicino al ritracciamento del 61.8% del ribasso qualificato come onda y minor (linea orizzontale rossa tratteggiata), uno status che sarebbe stato meglio evitare ma che il mercato ha pensato bene di raggiungere.
 
 


Domani, come ha scritto un autorevole quotidiano, è il giorno del giudizio; c'è attesa per la sentenza Mediaset che potrebbe avere ripercussioni sull'azione di governo.

PORTAFOGLIO

Per ora immutato; se lo storno proseguirà ci saranno alcuni titoli che saranno messi sotto forte pressione. Vedrò se gli stop reggeranno.

ElwaveSurfer
 

lunedì 29 luglio 2013

FTSEMIB - O riparte subito o storna ancora

QUADRO TECNICO

Venerdì il mercato è partito tirando un bel gancio con bullish breakout poi ritorno; avevo aperto 3 contratti long sul ns. mini chiusi verso fine seduta in lieve perdita per restare fuori nel weekend.
Lo scenario principale, tuttavia, non sembra cambiato; dovremmo essere in prossimità di un rialzo immediato che però deve partire entro oggi, altrimenti mancando una nuova rottura rischia di essere un irregular e scende di colpo.
D'altronde il tempo minimo per una [2] è trascorso, mentre il prezzo non è sceso abbastanza...
PORTAFOGLIO
A2A,  BANCA IFIS , CATTOLICA ASS , FIAT , FONSAI Risp B , ITALMOBILIARE , MILANO ASS. Risp B , REPLY , TESMEC , UNIPOL Priv.


in settimana si è comportata bene ITALMOBILIARE, male REPLY
ElwaveSurfer




venerdì 26 luglio 2013

FTSEMIB - Analisi per il 26 luglio 2013

QUADRO TECNICO

Continua la congestione laterale, che sta assumendo la forma di un triangolo a-b-c-d-e o di un complex w-x-y-x-z con evidenti implicazioni rialziste abbastanza immediate, considerato anche il fatto che dal punto di vista temporale è stato già superato il minimo intervallo di completamento della correttiva ( [2] o Alt:[4] )rispetto alla precedente impulsiva ( [1] o Alt:[3] ).
 
Aspetto il bullish breakout di 16.465 con l'idea di tentare un long con alcuni contratti mini FTSEMIB futures.



PORTAFOGLIO

immutato

ElwaveSurfer

giovedì 25 luglio 2013

IL TRADING NON E' SOLO TECNICA e non è facile operare come i veri professionisti

Non ricordo quanti libri di economia, trading, borsa e affini abbia letto.

Nella mia biblioteca sono più di 150 , ai quali andrebbero aggiunti i testi presi in quella universitaria di Bologna, gli altri scaricati da Internet, altri ancora passati da amici o colleghi.
Non è questo l'importante, la conoscenza non è scienza e nel trading conta relativamente poco.
La premessa serve solo per fare alcune riflessioni su un paio di questi , scritti da Chris Kacher e Gil Morales, due trader americani divenuti famosi per aver realizzato in 7 anni  performance incredibili (certificate dalla società di revisione KPMG, rispettivamente pari a circa il 18.000% e il 10.000%).
Considerato che l'approccio che seguo prevalentemente è molto simile al loro, ovvero operare sulla forza e sui breakout impiegando le metodologie usate per decenni da Livermore, Wyckoff, Darvas e O'Neil, ciò che mi attirava non era ovviamente emulare le loro gesta  (questa è gente con materia grigia , forza interiore e abilità intrinseca non comuni), ma era quello di capire alcuni aspetti delle loro tecniche, soprattutto imparare e iniziare a sperimentare i loro setup che sono sostanzialmente due e sono relativamente semplici: il BGU o Buyable Gap Up e il PP o Pocket Pivot.
In particolare, il Buyable Gap Up (BGU) è un micro-pattern giornaliero che si verifica quando un titolo apre con un gap di prezzo, potente finchè si vuole, ma in corrispondenza del quale i volumi devono essere di almeno il 150% superiori alla media dei volumi a 50 gg.
A titolo meramente esemplificativo, posto due grafici proprio su due titoli che ho attualmente in portafoglio (per altre ragioni) per illustrare due esempi di BGU, facendo attenzione a quello che Kacher / Morales chiamano "price/volume signature".
GMCR fa un BGU il 28 novembre 2012, aprendo a + 18% e registra a fine seduta volumi 5 volte superiori la media degli stessi a 50 giorni ; usando come stop loss il minimo intraday e stop profit la rottura ribassista della Media a 50 gg (al pari di Kacher e Morales) , si genera un segnale di uscita il 10 luglio scorso con un gain di oltre il 100%.
LNKD, più recente, fa un BGU l'8 febbraio scorso aprendo a + 12% (me lo ricordo bene perché ero pronto per entrare)  con volumi a fine seduta 7 volte superiori la media degli stessi a 50 giorni e al 2 aprile rompe al ribasso la MM 50 gg. offrendo un segnale di uscita con un gain di + 25%.
Analizzando centinaia di grafici di titoli USA negli ultimi mesi ho effettivamente appurato che i due segnali hanno un certo valore (anche se non l'ho quantificato statisticamente), soprattutto, a mio modesto avviso, il Pocket Pivot , che ho sperimentato con qualche profitto; il BGU è un pattern più coriaceo, e vedremo il perché.
Nella mia Hot List settimanale dei titoli USA ci sono (a questo punto c'erano, ormai sono partiti senza di me) due titoli, Lumber Liquidator (LL: NASDAQ) e Illumina (ILMN: NASDAQ), che avevo selezionato a fine settimana con il criterio CanSlim di William O'Neil , tra quelli a più alto rating, rispettivamente 97/100 e 98/100, in termini di EPS, forza relativa rispetto al mercato e del settore sull'indice, velocità di crescita di utili - vendite - ROE e interesse degli istituzionali, nonché per le potenzialità dei rispettivi chart patterns.
Dopo aver inserito gli ordini condizionati nella piattaforma del broker ero in attesa di un forte movimento , consapevole che questo avrebbe potuto essere esplosivo in positivo o al contrario inverso in negativo, perché in settimana (ieri) venivano pubblicati gli earning reports trimestrali, e in questa occasione una reazione in un senso o nell'altro è altamente probabile quando il consensus degli analisti ha cannato le stime (e succede anche a loro più spesso di quanto sembri).
Ieri in apertura questi due titoli effettuano due Buyable Gap Up, LL a + 7% e ILMN a + 8%, saltando i miei buy limit order (piazzati ad un massimo di + 4%, oltre mi manca francamente il coraggio con uno stop medio del 5%).



Siccome sono abbonato (sperimentalmente) al servizio di Kacher / Morales, un po' risentito (più che con loro con me stesso per non aver nuovamente colto l'opportunità) invio al loro sito, proprio un minuto prima che mi arrivino i post col segnale, la seguente mail:
Hi, LL and ILMN, two of my focus stocks with high CanSlim rating, open with large Gap Up but with buy limit order becomes impossible to trade at this levels...
I still have to learn trading with BGU ;-)
Risposta di Gil Morales dopo 10 minuti:
I don't understand why these become impossible to trade at these levels. Buyable gap-up rules are quite clear - once you can determine and intra-day low on the gap-up day then the stock can be bought using that low as your stop. To me this is the simplest trade to put on.
The real question here may be the general market...
E' cavolo, allora provo a spiegarmi meglio; mia nuova mail:
What you say is true.

About BGU, the problem may just be in my mind; for me, open a long position after  +4% or + 5% is one thing, but after + 8-10% is another thing, it takes more "mental strength" that only true professionals are able to have (for a part-time trader who cannot follow the market in real time..., is more difficult).

About the general market, I agree, DJ and SPX are very high ...
Aspetto ancora la risposta che so non arriverà (che potrebbe essere della serie: ti insegniamo a usare la canna da pesca , ma se non vuoi o non sei capace di pescare non è un problema nostro.
Il che, dal loro punto di vista, non fa una grinza).

MORALE.
Per quanto uno possa cercare di capire le tecniche altrui il vero problema è, e resta, psicologico;
qui non parliamo di sistemi in fuzzy logic, difficili da comprendere anche per un laureato con lode in matematica o informatica, ma di patterns che in effetti sono abbastanza semplici da comprendere e da applicare che richiedono tuttavia, in real time, una forza mentale che non tutti i traders posseggono (io non ce l'ho).
In sostanza, bisogna crederci veramente che un titolo che parte in gap up con un + 8  o + 10% riesca poi a salire di almeno un altro 20-30% in poche settimane o al massimo qualche mese (per mantenere il classico rapporto 1 a 3 tra ingresso e target); in certi contesti di mercato questo accade, e quello americano di questo periodo con una leva spinta ai massimi livelli e in piena euforia da droga QE potrebbe essere uno di questi, ma il BGU è roba da veri professionisti (o da gambler dissennati, ma quelli non li considero).
  
Ognuno deve fare ciò in cui crede e che si sente, senza forzare un'indole che non gli appartiene.
Per ora il BGU mi è entrato in testa, nel senso che l'ho capito e lo so individuare (non ci vuole la scala...), ma non mi è entrato nel fegato e nei nervi, nel senso che non ho la vera forza per operarci.
E, data l'eta che avanza, non so se riuscirò mai ad averla (visto che invecchiando si diventa più prudenti e non più scaltri).

--------
Il movimento odierno del nostro FTSEMIB mi ha un po' sorpreso; ci poteva stare la fine della prima onda correttiva a/w come segnalato ieri, ma il rialzo di stamattina è stato almeno per me inatteso nelle dimensioni.
L'indice non ha stornato nemmeno il 23.6% dell'onda precedente che si può considerare il ritracciamento minimo auspicabile  (peraltro riservato alle onde 4).
Per carità, va bene essendo long (magari aiuta i miei titoli), ma incasina un po' i miei conteggi, che ho comunque aggiornato, revisionando in particolare il primo alternativo.


Cosa aspettarsi?

Sembra sia uno storno con caricamento per una nuova spinta rialzista , quindi potrebbe essere la [2] (se non fa un triangolo, ma questo è uno degli aspetti della Elliott Wave che non condivido ma ne parlerò in altra sede) o la Alt:[4] , ma potrebbe anche abortire zavorrato da Wall Street.
Come sempre quindi bisogna essere pronti a tutto, anche con questa afa micidiale.

PORTAFOGLIO: immutato.

Buon trading .

ElwaveSurfer

post pubblicato su Part Time Trader affiliato a Wall Street Italia blog


-----------------


I 5 P.S. :


1°) "The trend is your friend until the end".
Seguo un approccio trend-following; apro long generalmente sui breakout di congestioni laterali, occasionalmente sui pullback controllati, mai sui reversal cioè contro-trend (short al contrario);
2°) per un trading profittevole, un ferreo money management e un disciplinato approccio psicologico-comportamentale sono molto più importanti di qualsiasi modello di analisi fondamentale e/o tecnica;
3°) almeno il 50% delle operazioni perdenti (o non vincenti) hanno un colpevole: il trader, che ha commesso un’analisi errata, un ingresso e/o una uscita sbagliati, un colpo di testa per eccesso di ego, un mancato rispetto delle sue regole o degli stops, ecc…; riflettere sempre sui trades fatti , ricordandosi comunque che il mercato, alla fin fine, fa quello che vuole ed ha sempre ragione;
4°) nel trading non esistono nè santoni onniscenti né il sacro graal; nessuna certezza, solo umiltà, duro lavoro, perseveranza, pazienza e disciplina;



5°) pregare (per i credenti) o sperare (per gli atei e gli agnostici) di non incappare nel Black Swan; chi fosse stato long su Wall Street l’11 settembre 2001 non avrebbe comunque avuto scampo …nel trading, come nella vita, la buona o la cattiva sorte sono determinanti !

mercoledì 24 luglio 2013

FTSEMIB - PRIMA ONDA FINITA, INIZIATO LO STORNO

QUADRO TECNICO

Seduta secondo le attese manifestate ieri (anzi anche po' troppo spinta) ; col completamento dell'onda 5, è stato raggiunto il top della [1] della 3 , inizia una storno di onda [2] ad oggi difficilmente qualificabile come zig-zag / flat o complex.
Potenziali obiettivi di prezzo/tempo: se in forma laterale, in area 15.900 - 16.000  in circa 5/6 giorni, se verticale anche  in area 15.650 - 15.750 in 2/3 giorni.
Purchè ovviamente l'interpretazione sia corretta e il pattern si sviluppi in modo armonico, senza sorprese.
Nel qual caso le prospettive sarebbero veramente interessanti.


 
 
Il lieve eccesso di spinta rialzista cui ho fatto riferimento all'inizio ha comportato l'ingresso long su diversi titoli  ritardatari (ingresso che avrei evitato, ma nel teatro degli sviluppi possibili ci sta):
 
 
 FIAT
 
con un movimento tutt'altro che convincente
 

MILANO ASS risp p


REPLY


TESMEC

 
 
Quindi il PORTAFOGLIO AZIONARIO ITALIA diventa:
 
A2A,  BANCA IFIS , CATTOLICA ASS , FIAT , FONSAI Risp B , ITALMOBILIARE , MILANO ASS. Risp B , REPLY , TESMEC , UNIPOL Priv.
 
Non ho ancora risolto il dilemma sui titoli della galassia Ligresti, sui quali, dato il periodo, non è comunque molto saggio essere sovra-esposti.
 
Inoltre manca all'appello un'altra banca ; potrebbe essere BANCA GENERALI, BANCA POP E/R, oppure UNICREDIT o INTESA; aspetto lo storno per cercare di entrare su quella col pattern migliore.
 
Buon trading, sempre con prudenza;
ieri STM, che la scorsa settimana avevo inserito nella Hot List, ha chiuso a - 10%, a dimostrazione del fatto che, quando non ci prendi o ti capita comunque un evento avverso, una diversificazione delle posizioni e l'uso dello stop loss aiutano a non intaccare troppo il capitale  (aveva aperto a - 3% e c'è comunque stata la possibilità di uscire con le ossa ammaccate e non fratturate).
 
ElwaveSurfer
 
 
PS: sabato sono al mare a Milano Marittima; per chi fosse in prossimità della riviera romagnola, se mi contatta via mail entro la mattina , ci prendiamo un aperitivo facendo quattro chiacchere sui mercati. 
 
 


martedì 23 luglio 2013

CONTINUANO GLI INGRESSI LONG SULL'ITALIA (E GLI USA), MA ...

QUADRO TECNICO

Il nostro indice ha iniziato la seduta con un altro allungo per poi stallare e costruire una congestione laterale; se non è terminata ieri, oggi potrebbe completarsi l'onda 5 , quindi la [1] della 3 minute e avviarsi un pullback.




PORTAFOGLIO
 
 
Sempre in carico CATTOLICA e BANCA IFIS;
quest'ultima ha fatto + 10% in due giorni, ieri con volumi superiori del 70% rispetto a venerdì, che già erano superiori del 70% rispetto alla media a 50 giorni! Possibili già oggi alcune prese di beneficio.

Ieri sono entrati gli ordini long su:

A2A

 

ITALMOBILIARE



entrambi, purtroppo, con bassi volumi quindi potenzialmente fallaci, ma anche su

FONDIARIA-SAI Risp. B


UNIPOL PRIV.


e qui, oltre ai bassi volumi (il che di per sé già non è bello), risulta evidente una debolezza relativa poiché i rispettivi titoli ordinari hanno segnato rialzi più consistenti (+ 5,39% FSA e + 3,44% UNI);
il dubbio è che possa aver colto le società in uptrend ma non i titoli giusti (e andando a vedere i miei diari non sarebbe la prima volta, quindi devo smettere di mangiare dell'oca...)
 
La sensazione si rafforza guardando MILANO ASSICURAZIONI; l'ordinaria ha fatto oltre + 4%, la Risp. è a + 1% , e non è scattato il trigger.
 
Ora mi chiedo se annullare quest'ordine per non concentrare il capitale su titoli troppo correlati (come avevo prospettato ieri) oppure mantenere e guardare avanti.
La risposta non ce l'ho quindi ci penso ancora.
 
Se a ciò si aggiunge che mi sono entrati anche due long su azioni USA, come primo giorno operativo dopo il ritorno dalla ferie non è male...

Buon trading ... e prudenza!
 
ElwaveSurfer
 
 

lunedì 22 luglio 2013

RIFLESSIONI SU UN RIALZO DI MEZZA ESTATE

In ferie bisognerebbe rilassarsi completamente, staccare la spina, trascorrere tutto il tempo per riposarsi  ricaricando le pile godendosi la famiglia, ma quest'anno non è stato così, complici progetti lavorativi incombenti, una salute cagionevole e, non ultimo, il desiderio di approfittare di un potenziale trend rialzista sul mercato italiano (e su quello americano).
 
La Borsa Italiana, negli ultimi anni, non ha offerto molte finestre con interessanti opportunità a basso rischio e quando queste si presentano (o meglio, si ritiene che possano presentarsi) è meglio tentare di coglierle, anche perché "cercare" di farlo è una cosa, "riuscirci" è un'altra.
 
Il nostro quadro economico resta nero su pressoché tutti i fronti, e la nostra politica non promette molto di buono per tentare di risollevarlo.
 
Il governo, uscito "quasi" indenne dalla sfiducia ad Alfano ma sempre col patema della sopravvivenza (vista la fibrillante attesa della sentenza Mediaset) è ancora alle prese con le misure di sterilizzazione dell' "IMU-IVA" che pare diventato il problema economico principale per l'esecutivo.
 
Servono 5 miliardi quest'anno e 8 miliardi dal prossimo, non sono pochi e sarà interessante vedere dove li andranno a prendere, una nuova spending review sulla spesa pubblica è doverosa ma sono più chiacchere utili per sedare il popolo che vere riforme strutturali , visti finora i risultati e le modalità con i quali sono stati raggiunti (la scure taglia gli enti virtuosi alla stessa stregua degli spreconi); si profila una revisione del Patto di Stabilità per i Comuni, nel tentativo di escludere le spese per ripristinare i dissesti idrogeologici e le manutenzioni delle scuole; ben venga, c'è da chiedersi perché non l'abbiano fatto prima visto che sono investimenti che possono rilanciare l'economia locale.
 
Dal punto di vista tecnico, il nostro mercato sebbene in ritardo rispetto ai più forti, mantiene una impostazione consona allo scenario principale di medio termine prospettato diversi mesi fa e a quello di breve postato il 5 luglio scorso.
 
Secondo la teoria di  Elliott dovremmo trovarci nell'onda 3 minute della a minor della (y) intermediate, ovvero nella fase iniziale di un nuovo uptrend correttivo di medio termine della durata di almeno un paio di mesi.
 




 
Non mancano le perplessità rispetto ad un siffatto quadro tecnico che traggono origine, sul versante interno, dalla tenuta del governo e dalla capacità di proporre misure a sostegno di famiglie e imprese (anche per evitare un autunno caldo) e, sul versante esterno, dal riacutizzarsi dalla crisi dei debiti sovrani e dalla capacità del DJ e del SPX di continuare a galoppare superando ogni massimo precedente.
 
Le parole taumaturgiche di Draghi e Bernanke finora hanno retto e dato fiducia ai mercati, non sarà così all'infinito (il primo perché in parte bluffa e il secondo perché le ha ormai usate tutte) ma per ora bisogna cercare di capitalizzarle.
 
Circa la mia strategia di trading riporto quanto scritto in uno degli ultimi post:
"considerato che il nostro mercato non sta intercettando la liquidità internazionale (....), se dovesse essere ugualmente trainato dal rialzo delle borse  meglio impostate (....), reputo sia  più prudente posizionarsi sui titoli con alta forza relativa e con chart patterns ad alto potenziale..."
 
Alcuni dei titoli segnalati lunedì scorso hanno segnato rialzi importanti in settimana: BANCA POP E/R, CIR, RISANAMENTO, PIRELLI ma non sono riuscito a coglierli un po' perché colto di sorpresa dall'esuberanza del movimento, un po' per problemi di collegamento internet col broker (risolti venerdì a mercati chiusi).
 
Sono invece entrato long su due titoli, anch'essi segnalati, grazie a due ordini condizionati che avevo inserito in piattaforma nell'ultimo weekend:

> nella prima seduta della settimana è entrato l'acquisto su CATTOLICA ASSICURAZIONI




> nell'ultima seduta della settimana, è entrato l'acquisto su BANCA IFIS

 
 
Il pattern setup che prediligo è quello "disegnato" sui grafici dei due titoli suddetti ovvero:
 
titoli in forte uptrend di medio termine che stanno fuoriuscendo da una temporanea congestione laterale (flat base pattern), e che possiedono tecnicamente anche le seguenti caratteristiche:
>  prezzi sopra le medie a 20 e 50 giorni ;
> volumi in calo durante lo storno ;
> il Tom Joseph PTI > 35 ;
> la tenuta dei principali ritracciamenti di Fibonacci (ottimo 23.6%, buono 38.2%, almeno 50%) ;
>  l'indicatore di momentum (MACD o oscillatore) che ha registrato un pullback vicino a zero;
in pratica una sorta di esaurimento di onda 4, con il trigger posizionato sul breakout della trendline gialla.

Di seguito i grafici dei titoli che possiedono i connotati di cui sopra:


A2A

 

BANCA GENERALI
 
(per la verità, sono un po' in ritardo...) 

 

EI TOWERS
 

 

FONDIARIA - SAI risp B  (*)
 
(malgrado l'affare Ligresti e l'imminente pronuncia Ivass)


 

IREN


 
 
MILANO ASS. Risp Port (idem * )
 
 
 

PARMALAT
 



REPLY


 

TESMEC

 

UNIPOL PRIV (idem * )

 

VITTORIA ASS

 

 

Altri titoli interessanti , per diversi bullish chart patterns, comunque prossimi ad un trigger d'ingresso:

 ITALMOBILIARE

(pattern di medio-lungo termine)

 
 
FIAT
 
(pattern di breve termine)
 
dove Fibonacci sembra funzionare egregiamente...
 
 
 
 
e, eccezionalmente, giusto per confermare la regola che non opero sui reversal, guardo comunque ad un ingresso long su
 
BANCA POP E/R



Il tentativo è quello di creare un portafoglio di una decina di titoli non troppo correlati tra loro (se entrano simultaneamente FONDIARIA-SAI, UNIPOL e MILANO ASS, ne tengo uno solo o forse due) anche se potrebbe essere sbilanciato sul fronte assicurativo / bancario.
 
Come sempre i breakout rialzisti, per essere più affidabili, dovrebbero essere accompagnati da alti volumi almeno superiori del 20-30% alla media a 50 giorni (come successo per CATTOLICA e BANCA IFIS); stop loss in prossimità di un supporto vicino a - 5%.
 

ElwaveSurfer

post pubblicato su Part Time Trader affiliato a Wall Street Italia blog


-----------------


I 5 P.S. :

1°) "The trend is your friend until the end".
Seguo un approccio trend-following; apro long generalmente sui breakout di congestioni laterali, occasionalmente sui pullback controllati, mai sui reversal cioè contro-trend (short al contrario);

2°) per un trading profittevole, un ferreo money management e un disciplinato approccio psicologico-comportamentale sono molto più importanti di qualsiasi modello di analisi fondamentale e/o tecnica;
3°) almeno il 50% delle operazioni perdenti (o non vincenti) hanno un colpevole: il trader, che ha commesso un’analisi errata, un ingresso e/o una uscita sbagliati, un colpo di testa per eccesso di ego, un mancato rispetto delle sue regole o degli stops, ecc…; riflettere sempre sui trades fatti , ricordandosi comunque che il mercato, alla fin fine, fa quello che vuole ed ha sempre ragione;
4°) nel trading non esistono nè santoni onniscenti né il sacro graal; nessuna certezza, solo umiltà, duro lavoro, perseveranza, pazienza e disciplina;
5°) pregare (per i credenti) o sperare (per gli atei e gli agnostici) di non incappare nel Black Swan; chi fosse stato long su Wall Street l’11 settembre 2001 non avrebbe comunque avuto scampo …; nel trading, come nella vita, la buona o la cattiva sorte sono determinanti !


venerdì 19 luglio 2013

INTERNET A FINE FERIE

Non c'è stato verso di interagire attivamente col mercato né di postare un grafico per 4 giorni; il più lungo black-out che mi ricordi!
 
Solo grazie a Wind sono riuscito a monitorare il conto del broker e lo stato degli ordini  una volta al giorno col BlackBerry e dal Parco delle Foreste Casentinesi a vedere i grafici una volta con l'IPAD e TIM.
 
L'aspetto buffo è che Telecom, a un mese dalla richiesta, mi ha attivato mezz'ora fa l'ADSL nella casa in collina....(dopo vari reclami si sono giustificati dicendo che i tecnici avevano invertito i cavi della mia postazione nella centralina del paese...in galera!)
 
Comunque la settimana è finita e ha confermato lo scenario preferito postato dal 5 luglio scorso; l'ipotesi più probabile è che siamo nella 3 della a della (y) , ovvero nella fase iniziale del nuovo uptrend di medio termine.
 
Nel post di lunedì aggiornerò i conteggi, il portafoglio Italia (sono scattati due ingressi su CATTOLICA e BANCA IFIS) e la Hot List; ci sono molti titoli in potenziali setup pronti per il trigger (ed alcuni già segnalati che son partiti senza di me).
 
Buon weekend ;-)

ElwaveSurfer

lunedì 15 luglio 2013

FTSEMIB - Analisi per il 15 luglio 2013

Chiusa la prima settimana di vacanze in Trentino, riparto oggi pomeriggio per la seconda nella mia casa sull'Appennino Romagnolo.
Minimo comune denominatore è la carenza / instabilità dei collegamenti internet, quindi non riuscirò ad assicurare aggiornamenti quotidiani fino a lunedì prossimo (devo salire sul monte sopra alla casa per aver un contatto con Wind, gli altri operatori non offrono un segnale di copertura regolare);
agli eventuali commenti risponderò quanto prima.
Un saluto a tutti.

-------

Certo che se la nostra borsa non riesce a salire nemmeno quando Wall Street ritesta i massimi storici non c'è molto di cui essere ottimisti.

Sembra che il peso del declassamento di S&P (peraltro scontato dal mercato), le beghe del Governo Letta alle prese con i problemi giudiziari di Berlusconi, la crisi politica in Portogallo, abbiano superato gli effetti benefici delle rassicurazioni di Bernanke (sul non imminente taglio del QE) e di Draghi (sul prolungamento del periodo di tassi bassi) e dell'allentamento UE sugli investimenti infrastrutturali come potenziale volano di rilancio per l'economia.

Ciò rende ancora più ovvio il fatto che la liquidità non sorregge indistintamente i mercati, ma seleziona quelli nei quali ci sono le migliori condizioni / opportunità, e il nostro non è tra questi; 
la crisi economica è più pesante del previsto e le prospettive restano negative, con un governo che non è veramente capace di incidere sui reali problemi economici del Paese, disoccupazione, crescita e produttività in testa, complice un debito pubblico che non lascia scampo e una remissività della gente che pur di non incazzarsi per i sempre meno soldi in tasca, riduce persino i consumi alimentari.

La miglior fotografia della settimana l'ha resa il Fondo Monetario Internazionale nel suo rapporto di martedì scorso, nel quale ha messo in evidenza:
a) una revisione al ribasso del PIL mondiale con una previsione di crescita globale del 3,1% nel 2013;
b) 3 aree mondiali a 3 diverse velocità; USA in crescita apparentemente stabile, Emergenti in altalena, Europa in lieve recessione (-0,6%), 
c) 3 rischi per il futuro; la frenata della Cina, la sostenibilità della crescita del Giappone, la via d'uscita della FED.

Con l'Italia maglia nera per recessione (-1,8%) tra i paesi della UE.
Altro che luce in fondo al tunnel.


QUADRO TECNICO


La chiusura di venerdì con la rottura del supporto a 15.567 è negativa e invalida il conteggio principale finora proposto perché, anche se la ex 2 non è scesa sotto la ex 1, è difficile che un'onda due di grado inferiore (es: 2 subminuette) impieghi più tempo a costruirsi di un'onda due di grado superiore (es: [2] minuette).

Non tutto è perduto, ma sicuramente un po' compromesso, almeno in termini di ritmo.

Nel medio termine resto cautamente ottimista fino alla tenuta del supporto a 14.850 in direzione del quale il mercato potrebbe dirigersi per sconfessare i (pochi) rialzisti che sono entrati tra l'ultima di giugno e la prima di luglio.
 
Aggiornamento dello scenario preferito di breve:
il rialzo dal 24 giugno al 9 luglio può essere letto come onda 1 minute della a minor della (y) intermediate in forma di leading diagonal; se così fosse siamo ora nell' onda 2.
 
Conferma dello scenario alternativo di breve:
il rialzo suddetto è stato solo l'onda Alt:x ed ora siamo nell'onda Alt:z a testare i minimi.

Come sempre, non conta azzeccare la previsione, conta riuscire ad acquisire un'ingresso sul mercato decente e a basso rischio.





PORTAFOGLIO

Ancora vuoto sull'Italia.
 
La mia strategia è la seguente: considerato che il nostro mercato non sta intercettando la liquidità internazionale (e come potrebbe così malridotto), se dovesse essere ugualmente trainato dal rialzo delle borse meglio impostate (New York, Francoforte, Londra, Zurigo e Tokyo in testa), reputo sia più prudente posizionarsi sui titoli con alta forza relativa e con chart patterns ad alto potenziale (quindi non è ancora tempo, in genere, per le small caps citate nel post del 5 giugno, alcune delle quali, peraltro, hanno smentito le loro impostazioni)

La nuova HOT LIST settimanale:

> vicini all'ingresso long: BANCA IFIS, CATTOLICA ASS, REPLY, IREN, TESMEC e anche ITALMOBILIARE.

> interessanti sul breve: ACEA, BANCA GENERALI, FONDIARIA-SAI RISP , MILANO ASS (RNC), SAVE, STM, UNIPOL, VITTORIA ASS, TXT-SOLUTIONS.

> sotto monitoraggio:
    - perchè in potenziale onda 4 di medio termine: A2A, AZIMUT, AUTOGRILL, ASTM, CAMPARI, CEMENTIR, DE LONGHI, GEMINA, LUXOTTICA, MEDIOLANUM, PARMALAT;
    - perché con potenziali bullish chart patterns di medio termine: BANCA POP E/R, PIRELLI, COFIDE , CIR, RISANAMENTO, SOGEFI.
 
I breakout rialzisti, per essere più affidabili, devono essere accompagnati da alti volumi; stop loss max - 5%.
 

ElwaveSurfer

PS: In tutta onestà, spero che i triggers non entrino; vorrei godermi in serenità la mia famiglia senza ulteriori pensieri (già uno si porta quelli del lavoro...)
Sul mercato USA ho rimasto solo una piccola posizione su KKD che era in utile e sta continuando a salire forte (vedi post del 01 giugno, uno dei trade più fortunati che ricordi, da stop loss mancato per errore a + 36% attuale), mentre non sono entrato sui segnali long della scorsa settimana (ho annullato gli ordini).
Mi è mancata la voglia, ma sono sicuro che,  se andranno bene, magari avrò pure il rammarico di essermela volutamente dormita, mentre se entro sul mercato italiano e vado in stop saranno maledizioni per non aver staccato la spina!
La psiche umana è veramente micidiale...


giovedì 11 luglio 2013

FTSEMIB - Analisi per l'11 luglio 2013

Sono sempre in Trentino , oggi internet funziona quindi "posto".

----

Il modello proposto inizia a vacillare, non tanto per il pattern in se, che potrebbe reggere, quanto per il tempo che sta impiegando per il suo completamento.
O la presunta onda  2  della [3] finisce tra oggi o domani, e quindi si parte al rialzo, o l'interpretazione qualificata come conteggio preferito è errata.
Il primo conteggio alternativo invece è ribassista e considera l'ipotesi che sia terminata l'onda Alt:x e si scenda in un movimento ribassista terminale.

ElwaveSurfer




martedì 9 luglio 2013

FTSEMIB - Analisi per il 09 luglio 2013

Oggi la connessione a internet ha funzionato, in alta montagna va e viene, è molto instabile per cui in certi momenti riesci a collegarti, aggiorni l'analisi sui grafici ....  poi salta e ti cancella l'aggiornamento.
Un vero calvario.
Ieri non sono riuscito a postare su ElliottFibonacci.blogspot.com, e non posso assicurare altri post nei prossimi giorni...

----
 
Il nostro indice mostra una certa forza e tenta subito di salire dopo aver toccato il ritracciamento di Fibonacci del 38.2% ; difficile dire se sia già terminata la 2 o, come penso più probabile, si stia disegnando un (a)-(b)-(c) tipo flat o un (w)/(x)/(y) tipo complex per cui oggi si scende.
Ovviamente ammesso e non concesso che lo scenario preferito sia quello corretto...
 
 


Quanto ai titoli interessanti e alle riflessioni, rinvio al post del 05 luglio.

ElwaveSurfer