"Pensa da uomo di azione e agisci da uomo di pensiero" (Henri Bergson)

ElwaveSurfer

ElwaveSurfer con PART TIME TRADER è affiliato a WALL STREET ITALIA blog

venerdì 28 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 28 giugno 2013

QUADRO TECNICO

La prosecuzione del rimbalzo non chiarisce il pattern.

Sto dando prevalenza a due ipotesi:
> scenario preferito: si sta sviluppando un [w]-[x]-[y] in onda z , che non è ancora terminata, quindi vedremo nuovi minimi; avvalora questo conteggio la mancata divergenza bullish sull'indicatore di momentum rispetto agli ultimi due bottom;
> scenario alternativo; l'onda Alt:z e quindi l'onda y sono già terminate; in questo caso l'ultimo rialzo sarebbe un leading diagonal (ma non ne ha la stoffa...).

La struttura è ancora confusa, i dubbi restano, e non ho alcuna fretta di entrare.

Buon trading.

ElwaveSurfer



giovedì 27 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 27 giugno 2013

E rimbalzo fu.
Ma, per ora, non è nulla di più.
Siamo vicini ad un supporto importante e potremmo anche essere in prossimità della fine dell'onda y minor quindi dell'onda (x) intermedia, ma il pattern intraday non è chiaro e sia l'SPX che il DJ sembrano pronti per un altro movimento ribassista, che non aiuterebbe il nostro mercato.
Ho più di un dubbio quindi aspetto conferme.

ElwaveSurfer

 
 
 

mercoledì 26 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 26 giugno 2013

QUADRO TECNICO
L'attesa per la conferma della doji di lunedì si è trasformata, ieri, in una chiara negazione.
Gli altri mercati provano un rimbalzo, noi lo neghiamo. Non bene.
Nel breve il trend resta evidentemente ribassista, e l'analisi di Elliott e Fibonacci non offre spunti interessanti.



PORTAFOGLIO

Vuoto.

ElwaveSurfer

martedì 25 giugno 2013

FTSEMIB: SIAMO AD UN PUNTO CRUCIALE

Non bastavano gli annunci di Bernanke sulla possibile fine delle iniezioni di liquidità e la crisi greca a creare instabilità sui mercati;
ora ci si mette anche la Banca popolare cinese, dichiarando che la liquidità del sistema è adeguata (ben sapendo che non lo è, ma l'obiettivo è stroncare un sottobosco bancario parallelo) , lasciando così presagire una stretta creditizia.
Molti istituzionali liquidano per rimanere cash.
 
In termini tecnici, siamo ad un punto cruciale;
già il minimo di ieri ha toccato un primo supporto ma l'ultimo baluardo è 14.700, sotto si può aprire una voragine che cambia radicalmente lo scenario di medio termine.
 
La seduta di ieri ha creato una doji, che va confermata oggi, ma per Elliott non ci sono segnali di inversione e nemmeno Wall Street sembra aver disegnato un pattern terminale.
Comunque, o inverte in settimana o la vedo brutta.


 
 



PORTAFOGLIO

Venerdì è entrato lo stop su ELICA;
il bello è che pensavo di averlo alzato a - 5%, invece era ancora all'originario - 8%...
L'idiozia è una brutta bestia.

ElwaveSurfer

venerdì 21 giugno 2013

FTSEMIB intraday del 21 giugno 2013

Veloce aggiornamento intraday (con poco tempo e mezzi di fortuna...)

Il mercato non sembra aver raggiunto il bottom (nemmeno WS);
monitorare i livelli a 15.300 e a 15.000.

ElwaveSurfer


giovedì 20 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 20 giugno 2013

Aggiornamento veloce.

Butta male, la FED dà segnali di voler ridurre la dose di droga mensile che sorregge i mercati.
E WS ha accusato il colpo in chiusura.
Ieri il nostro indice ha stornato come atteso ma non è detto che non prevalga lo scenario alternativo.
Outlook odierno negativo.

ElwaveSurfer

mercoledì 19 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 19 giugno 2013


QUADRO TECNICO

La prima onda [w] del rimbalzo di x di y potrebbe essere completa; secondo questa ipotesi domani si scende e poi si sale.
Scenario alternativo: siamo ancora in onda Alt:y  ed è terminata la Alt:[x] quindi si scende subito a formare nuovi minimi.
In entrambi i conteggi, la mia visione è che il minimo dell'onda y minor non si sia ancora verificato.



PORTAFOGLIO

Immutato

ElwaveSurfer


martedì 18 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 18 giugno 2013

QUADRO TECNICO

Se questo è un rimbalzo, è veramente misero.
Il trend di breve resta ribassista, e se Wall Street non riparte si fa dura.



PORTAFOGLIO

Immutato.

ElwaveSurfer

lunedì 17 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 17 giugno 2013

QUADRO TECNICO

Ha prevalso lo scenario alternativo che diventa il principale;
onda y in forma di w-x-y ; non penso che il bottom terminale sia già stato raggiunto, penso piuttosto ad un rimbalzo come seconda e poi ad una ulteriore discesa in z .



 
PORTAFOGLIO

Sempre ELICA , ma alzato lo stop a - 5% (per cui sono vicinissimo alla chiusura).

ElwaveSurfer

giovedì 13 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 13 giugno 2013

QUADRO TECNICO

Che dire?
Si scende malgrado il pesante ipervenduto; il mio indicatore di ciclo aveva segnato un potenziale bottom due giorni fa e il massimo ritardo finora era di tre giorni, ma c'è sempre l'eccezione...
 
Rispettando il motto "non afferrare un coltello che cade"...lasciamolo cadere, prima o poi si fermerà.
 
Nelle ultime due settimane ho avuto poco tempo da dedicare al mercato, ma non è che mi stia perdendo molto...




PORTAFOGLIO

Immutato

ElwaveSurfer

mercoledì 12 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 12 giugno 2013

QUADRO TECNICO

Il mercato accentua il suo momentum di debolezza ma a meno che non si aprano le cataratte dell'inferno, non è distante da un minimo di grado minute, ossia dalla fine della prima onda a/w dell'onda y minor, forse l'area 16.050 dove c'è un supporto statico e il ritracciamento di Fibonacci del 61.8% della precedente ondata.
 
Siccome il mio modello di trading non è fondato su un approccio reversal (ma generalmente breakout e occasionalmente pullback), che il minimo venga quando vuole ... non c'è alcuna fretta, lo aspetto senza neanche troppa trepidazione visto che penso sia il primo e non l'ultimo (ovvero quello di grado minor). 
 


 
 
 
PORTAFOGLIO
 
Sempre e solo ELICA.
 
ElwaveSurfer

martedì 11 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per l'11 giugno 2013

QUADRO TECNICO

Il movimento di ieri non prelude certo ad un rimbalzo; l'onda a/w non sembra terminata.
Inutile perdere tempo elaborando conteggi astrusi, nè cercando improbabili bottom;
stare fuori e aspettare un chiarimento dal mercato.



PORTAFOGLIO

Solo ELICA.

ElwaveSurfer

lunedì 10 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 10 giugno 2013

QUADRO TECNICO

Il counting è estremamente difficile, come in tutti i complex patterns.

Scenario preferito (bullish); è finita l'onda [y] ed anche l'onda a/w di y, rimbalzo di alcuni giorni in corso.
Scenario alternativo: il rimbalzo è solo l'onda Alt:[x] cui seguirà un'altro ribasso con minimo inferiore, Alt:[z].




PORTAFOGLIO

Ancora aperta ELICA.


Su http://elliottfibonacci.blogspot.it/ trovate l'analisi dei principali indici azionari mondiali.

Buon trading.


ElwaveSurfer

venerdì 7 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 07 giugno 2013

E alla fine schiattò rompendo 16.486.
Confermato lo scenario principale ribassista, anche se non mi aspettavo questa estensione negativa.
Il conteggio su grafico a 15 minuti è improponibile; parrebbe l'avvio di una terza estesa ma non si calcola bene la prima.
Meglio aspettare il movimento di domani con la reazione alla chiusura positiva di Wall Street, sperando che chiarisca.


 
 
PORTAFOGLIO
 
BIESSE ; a un soffio dalla chiusura; da + 8% a 0 in due giorni, una bella giostra...
 
 
ELICA tiene...
 
ElwaveSurfer
 


giovedì 6 giugno 2013

FTSEMIB - Analisi per il 6 giugno 2013

QUADRO TECNICO

Ieri bellissimo esempio di schizzofrenia e di come, soprattutto nelle onde correttiva, bisogna sempre essere pronti a tutto.
Apertura in gap down, con rottura al ribasso del triangolo, poi risalita e discesa sotto al minimo di giornata seguendo W.S.
La situazione inizia ad essere sdrenante.
 
Scenario preferito (ribassista): sempre in onda [c]/[y].
 
Scenario alternativo; eliminato il precedente perchè l'ultimo movimento ribassista è troppo lungo, temporalmente, rispetto alla rialzo precedente per essere qualificato come onda Alt:[2] ;
il nuovo è sempre rialzista; onda Alt:y di Alt:x
 
 
Resta il problema del diverso grado di onda tra i due scenari, che crea incertezza al conteggio...





PORTAFOGLIO
 
Sempre aperta la posizione su BIESSE;
 
ieri è entrato un long su ELICA, una delle small caps che mostra un pullback setup, ossia in congestione / correzione di uptrend, che avrei illustrato (come scrivevo ieri) in un prossimo post.
Ha rotto un congestione laterale con buoni volumi MA con indecisione di prezzo.
Data la volatilità media giornaliera del titolo, lo stop loss è più largo del solito e al livello massimo (-8%).
La dimensione è dimezzata rispetto a quella "normale" di periodo.



 Segnale long anche su INDESIT ma non l'ho aperto; era più debole di ELICA e il quadro di riferimento non mi convince; vediamo domani.

ElwaveSurfer


mercoledì 5 giugno 2013

SMALL CAPS INTERESSANTI

Un trader part-time, che svolge un'altra attività lavorativa principale, non può permettersi di seguire ogni giorno l'intero listino.

In funzione del tempo che può dedicare al trading, opererà generalmente sul medio-termine, con qualche puntata sul breve (e se ha la fortuna di certe professioni anche sull'intraday) ma deve comunque focalizzare l'attenzione su un numero circoscritto di titoli, selezionati secondo i parametri che caratterizzano il proprio sistema di trading, altrimenti disperde le proprie energie.

Personalmente, sul mercato azionario italiano, creo una  HOT LIST settimanale tra venerdì sera e sabato mattina, composta da un numero di titoli che mediamente varia da 20 a 30, e in quella settimana seguo questi titoli impostando gli allarmi o gli ordini automatici; se parte qualcos'altro, significa che non ho condotto una analisi adeguata o non ho colto l'occasione...pazienza, guardo avanti.

Sebbene la parte prevalente del proprio portafoglio azionario, da determinare in funzione del proprio grado di propensione / avversione al rischio, al capitale disponibile, alla diversificazione di assett che mediamente è opportuno mantenere (anche cash se necessario), sarà costituito da Blue Chips e Mid Caps, per chi non disdegna un po' di rischio/potenziale in più si può orientare sulle Small Caps nella consapevolezza che:
>  la volatilità è maggiore, e conseguentemente il rischio; alcuni non battono prezzo in un'ora;
> se il mercato scende veloce si prendono delle scoppole paurose perchè si rischia il salto degli stops (meno probabile sui grossi titoli, ma non impossibile, vedi post "CASO SAIPEM" nell'archivio).

Di seguito riporto una decina di questi piccoli titoli con configurazioni grafiche interessanti;
tutti stanno disegnando figure di inversione primaria su grafici weekly, sono sopra la downline di lungo o sopra la propria media mobile a 20 settimane (quindi non più in downtrend conclamato) e parecchi hanno generato divergenze bullish sul MACD;
sotto la necessaria spinta di volumi in aumento in sede di pattern breakouts  possono offrire un'opportuità di guadagno in una logica di diversificazione.

Se si desidera costruire una posizione di medio termine su questi titoli, per ridurre il rischio  si può  usare la tecnica degli "ingressi a scalare", ovvero sul primo long si dimezza la posizione rispetto a quella diciamo "normale" e, se va bene (e non è detto...) , si accumula con tre/quattro ingressi successivi, ciascuno di importo inferiore al precedente; se il mercato è salito e inverte veloce, lo stop profit dovrebbe salvare i nostri gains e non abbiamo l'effetto moltiplicatore in senso contrario.
Un esempio:
se in un dato contesto di mercato il taglio della posizione "normale" è 10.000 €, si entra inizialmente con 5.000 € , e poi si cerca di rientrare a scalare, quindi il secondo sarà 3.000 €, il terzo 2.000 € ; in totale si può arrivare sempre a 10.000 € ma in modo frazionato e successivo.
Se la posizione "normale" fosse 20.000 €, gli ingressi totali sarebbero quattro ma la logica non cambia; oltre è opportuno mantenere sempre i quattro ingressi perchè è difficile avere più di quattro congestioni/correzioni di almeno 3/4 settimane l'una in un pieno ciclo rialzista.
Il vantaggio di questa tecnica è che si riduce notevolmente il rischio.
 
Gli svantaggi:
> non si massimizzano gli eventuali gains;
> questa tecnica è efficace soprattutto nei forti uptrend primari, di almeno 8-12 mesi, a volte anche negli uptrend intermedi (4-6 mesi) o persino minori (1-2 mesi), usando però in quest'ultimo caso come time frame di riferimento il giornaliero e di ingresso l'orario (anzichè il weekly-daily), per chi se lo può permettere...

Se dovesse riprendere l'uptrend del nostro mercato e fosse almeno di grado intermedio ,  è probabile che qualcuno di questi titoli possa offrire delle soddisfazioni (ripeto, tenendo sempre in debito conto il rischio maggiore di subire perdite).

Bisognerà comunque vedere:

1°) SE siamo saliti sul carro giusto, poichè a parte i milionari , ritengo difficile che qualcuno possa investire su tutti, considerato che avrà anche le Blue chips e Mid caps che sono lo zoccolo duro del proprio portafoglio; se hai scelto di entrate su X rispetto ad Y, ed X si imballa e Y va a razzo, c'è l'effetto psicologico "inca..atura" da dominare, perchè si è portati a raddoppiare la posizoine sul titolo forte quando magari non ha un punto d'ingresso a basso rischio;

2°) SE il trend sarà sufficientemente stabile; se si muovesse a zig-zag il rischio di subire stops consecutivi è elevato.

E' importante valutare a priori la variabilità media giornaliera sul titolo degli ultimi 20-30 giorni; se dal minimo al massimo intraday è, supponiamo, del 6% o anche oltre, uno stop del 5% è inadeguato;
o lo si alza (massimo a 8%, oltre è un po' troppo, almeno per i miei gusti) o si scarta il trade.


BANCA PROFILO


BRIOSCHI


CARRARO


ESPRINET


EUROTECH


EUKEDOS

 
PRIMA INDUSTRIE


SAES GETTERS


 TISCALI


ITALMOBILIARE; unica non small

 
 

Questo post segna l'apertura di una nuova pagina del sito; la pagina "HOT LIST"
cercherò di aggiornarla in modo sistematico, se non con i grafici almeno con il nome del titolo.
Non sarà facile, il tempo per i blogs mi si riduce anzichè aumentare...

Il prossimo post sui singoli titoli, anche maggiori, sarà riservato a quelli in pullback setup (potenziale onda 2 o 4).

Buon trading.

ElwaveSurfer


PS:

il FTSEMIB sembra aver costruito un triangolo di continuazione .... o d'inversione?
E' chiaro che si muoverà o su o giù...
Per considerazioni più ampie, rinvio ai post precedenti.



 
 

martedì 4 giugno 2013

QUANDO LE BAD NEWS FAN SALIRE LE BORSE

 

A ulteriore riprova che questo rally è alimentato dall'enorme liquidità circolante e non dall'andamento dell'economia reale, ieri sera si è assistito all'ennesimo paradosso;
le cattive notizie di natura fondamentale sono rialziste per la borsa e viceversa.
A fine seduta di Wall Street è uscito l'ISM report sull'andamento dell'industria manifatturiera, il cui indice è sceso, a differenza delle attese che lo davano in salita, sotto il livello di 50 ( che divide la crescita dalla contrazione economica) per la prima volta negli ultimi 4 anni, segnalando che l'economia non spinge come dovrebbe.
Quindi? Quindi è più probabile che la FED continui il suo programma di stimoli iniettando altra liquidità, la "dose" che serve al tossico (mercato) per poter rimanere ai livelli elevati in cui si trova.
E così sul finale WS è salita.
La prova del nove sarà comunque il dato sulla disoccupazione di venerdì, quello sul quale da mesi è trainata l'intera politica monetaria della FED .
 
QUADRO TECNICO FTSEMIB
 
Il calo c'è stato ma controllato, in una seduta comunque contrastata.
Il nostro indice per ora sta resistendo egregiamente.
Lieve aggiornamento del grafico a 15 m. ; per il resto non c'è molto da aggiungere al post di ieri.
 
Ieri i due trader/analisti che seguo, Dan Zanger sul mercato USA, e Francesco Caruso sul mercato italiano, hanno lanciato entrambi un allarme per l'avvio di una potenziale correzione anche di medio termine, proponendo di chiudere i long ed evitare di aprirne di nuovi.
 
E' una conferma del mio (modestissimo) pensiero;
il mio outlook è bearish sul FTSEMIB  dal 21 maggio (due giorni dopo il top) e sul SPX dal 23 maggio (il giorno dopo il top), anche se in questo caso propendo ancora per un massimo di grado minute (l'alternativa è minor) ma queste sono finezze visto che sono fuori.
 
Comunque bisogna sempre essere estremamente flessibili e pronti a tutto, anche alla fine della correzione (nell'SPX è nato ieri sera un conteggio intraday rialzista che prima non c'era).
 
Nel nostro mercato lo spartiacque tra possibile rimbalzo (scenario alternativo) e discesa più marcata (scenario preferito) resta quota 16850.
 


 

PORTAFOGLIO

Sempre BIESSE che oggi ha retto.

ElwaveSurfer

lunedì 3 giugno 2013

Borse mondiali al 03 giugno - Conferma dell'outlook ribassista

QUADRO TECNICO

Domenica meteo schifosa, niente giornata in collina, ho tempo di scrivere alcune riflessioni in piu'.

UPDATE BORSE MONDIALI

Sui seguenti indici, il mio outlook di breve termine era ribassista, e rimane tale, e gli scenari sono stati confermati:

DJIA:
resto dell'idea che sia l'indice che governa i trend sulle borse a livello mondiale;
venerdì brutta chiusura negativa con volumi in aumento; nella migliore delle ipotesi, siamo in onda 2 minute di c minor di (y) intermedia; la rottura della uptrend-line gialla (linea inferiore) peggiora il quadro.
Primo scenario alternativo: onda Alt:4
Secondo scenario alternativo: l'onda a è finita sul top, siamo nella b minor, quindi la correzione è più lunga e/o pesante.



NASDAQ: ancora onda [ii] di 3 minute di 5 minor


GERMAN DAX : tiene, ma propendo ancora per onda x minor di (z) intermediate


LONDRA FTSE 100: onda 2 minor di (3) intermedia o di Alt:(5)



Su questi due indici, invece, ritenevo possibile un ultimo modesto strappo rialzista; hanno invece prevalso gli scenari alternativi ribassisti:


ZURIGO SMI - il top è stato onda (3) intermediate, spaccando quasi il capello come estensione di Fibonacci del 1.618 interno di onda (1) da (2) ; primo obiettivo tra 7500 e 7300 (cioè la 4 di grado inferiore)


 

TOKYO NIKKEI - un altro paio di ribassi poderosi; top qualificato come onda 3 minor di (c) intermedia; qui il mercato ha raggiunto il massimo dei target di onda 3, pari a 2.618 di onda 1 esterna (cioè dal top di 1).


 
 



FTSEMIB
 
Nel flash di venerdì avevo evidenziato l'impostazione rialzista di brevissimo termine del nostro indice; la mia attesa era, con riferimento allo scenario principale (ribassista nel breve) la formazione di una onda a/w di y minor in forma di expandend flat, con la [b]/[x] in qualità di zig-zag a-b-c, mentre con riferimento allo scenario alternativo (rialzista) lo sviluppo di una Alt:3 rialzista della Alt:[1] della Alt:5.
 
Attesa mal riposta.

E non tanto perchè il conteggio intraday si è rivelato palesemente errato ma soprattutto perchè ha prevalso l'annotazione postata sempre venerdì:"La struttura del FTSEMIB è impostata al rialzo ma Wall Street sta invece confermando un movimento ribassista"

Wall Street ha ceduto pesantemente sul finale; ultime due ore di pesante sell-off con volumi in aumento.

Mi ero preso il pomeriggio libero pensando che fosse una seduta interessante sul mini S&P; veleggiava una certa incertezza ma l'outlook di giornata era negativo.
Posto su Twitter in apertura la mia idea su grafico a 3 minuti, alla ricerca di un setup per aprire short; mezzo pomeriggio di attesa (il mercato rimbalza più del mio congeniale punto di ingresso) poi il punto cruciale; lancio un secondo post pensando "o innesta una reazione ora, o crolla"; ed è crollato  di 20 punti in 2 ore, ma non ne ho saputo approfittare.
Niente trade  ma almeno una prima conferma; gli indici USA restano orientati al ribasso e quindi un riconteggio sul nostro FTSEMIB diventa necessario.

Lo scenario principale di fondo resta intatto; onda y minor ribassista , ma la struttura intraday cambia, non più expanded flat, scomunicato dal movimento dell'ultima seduta, ma complex indefinibile (come tutti i complex...) tipo [a]/[w]-[b]/[x]-[c]/[y]...
 
Scenario alternativo (in forte calo di probabilità); onda Alt:[2] di Alt:5, invalidato sotto 16.486, quando verrà sostituito dal "secondo alternativo", che al momento è prematuro illustrare.

 



Che implicazioni operative si possono trarre osservando il nostro mercato?

Che pur essendoci molti titoli ben impostati (alcuni segnalati in post precedenti), sia in potenziale onda 4 quindi acquistabili sulla "presunta" fine del pullback per sfruttare l'ultimo rialzo, sia in congestione strutturale di medio-lungo acquistabili sul breakout dei rispettivi sideways  o reversal patterns, una flessione del nostro mercato zavorrato da Wall Street rischia di generare pesanti falsi segnali sulle azioni più interessanti;
a rischio sono soprattutto i patterns breakout, cioè le rotture rialziste, i cui triggers potrebbero essere generati dai rimbalzi dell'indice, per poi essere smentite sui ripiegamenti, con stop loss conseguenti.

Col passare del tempo , per la mia filosofia di trading, mi diventa sempre più difficile rispettare un bel segnale long su un titolo quando il trend sottostante dell'indice, e soprattutto di Wall Street, sta viaggiando short.


PORTAFOGLIO


Chiusa in perdita la mezza posizione su K.R. ENERGY (post precedente).

Resta aperta l'altra mezza posizione su BIESSE, ma alzo lo stop a 2.844 (-3% circa); stante le prospettive negative del mercato e il fatto che è un titolo sottile quindi molto volatile, meglio preservare più capitale possibile (che è sempre la regola n° 1).

 

Buon trading.

ElwaveSurfer