"Pensa da uomo di azione e agisci da uomo di pensiero" (Henri Bergson)

ElwaveSurfer

ElwaveSurfer con PART TIME TRADER è affiliato a WALL STREET ITALIA blog

venerdì 30 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni - Analisi per il 30/11/2012

QUADRO TECNICO

Ieri giornata euforica , con potente gap-up in apertura, che conferma lo scenario rialzista principale previsto.

Porotafoglio; incrementato,  ingresso su GENERALI e INTESA (vedere pagina PORTAFOGLIO)

Buon trading... e prudenza!

ElwaveSurfer

giovedì 29 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni - Analisi per il 29/11/2012

QUADRO FONDAMENTALE

UE: la soluzione presa sulla Grecia non convince ancora.

USA: sul fiscal cliff buone nuove, Obama ha un piano da proporre e far approvare entro Natale

ARGENTINA: vicina ad un nuovo default? Non subito, ma è una pentola in ebollizione


QUADRO TECNICO

Sempre a traino di Wall Street, nel bene e nel male.
Probabilmente è già terminata l'onda [b] (in alternativa la [2] ) sul ritracciamento di Fibonacci del 50%, ed è già iniziata l'onda [c] rialzista (Alt: [3] ).
Ipotizzare obiettivi è prematuro ma: 1° target = 16050 ; 2° target = 16550 (se è [3])
Comunque servono ancora parecchie conferme, in primis uno sviluppo strutturale impulsivo, altrimenti è una b/x (2° Alt).

Portafoglio: immutato (vedere pagina specifica)

Buon trading...e prudenza!

ElwaveSurfer



mercoledì 28 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni per il 28/11/2012

Quadro fondamentale

L'Ocse riduce le stime del Pil -2,2% nel 2012 e - 1% nel 2013, e vede il rischio di una nuova manovra nel 2014. Sono ottimisti, la manovra ci sarà nel 2013, anche se Grilli smentisce.

Sulla Grecia trovato un accordo che non convince molto i mercati.

Quadro tecnico

Terminata la prima onda; può essere la [a] di x , e in tal caso la correzione non è terminata, oppure la [1] della 1 e si andrebbe in alto;
ora mi aspetto la prosecuzione della correzione per un giorno o due, anche se lo stocastico sta ripiegando in area di fine pullback; ovviamente deciderà anche Wall Street.

Portafoglio; oggi ingresso su BREMBO (vedere pagina "Portafoglio").

Buon trading...e prudenza!

ElwaveSurfer



sabato 24 novembre 2012

FTSEMIB - Analisi della settimana per il 26 novembre 2012





QUADRO FONDAMENTALE

Fallito l'ultimo vertice sul Bilancio Europeo 2014-2020.


Non è una novità visto che nel 2005 i negoziati per definire il bilancio 2007-2013 durarono 6 mesi.
Ma il tempo passa e l'Europa non dimostra una coesione politica transnazionale.
Ora lo scontro è tra Francia e Italia, da un lato, che avevano chiesto e ottenuto nella proposta di Van Rompuy un aumento del budget sulla agricoltura e la coesione, e Gran Bretagna, Svezia, Germania, Olanda.
La Gran Bretagna è un caso patologico; sempre un piede dentro ed uno fuori, si tiene sempre le mani libere ed anzichè essere fonte di opportunità è rischio di irrigidimento; ovviamente non è pensabile tenerla fuori, ma come dice Montalbano, hanno un po' rotto i cabasisi; in questa circostanza, sta godendo di sconti che Van Rompuy intende siano autofinanziati e giustamente come dice Hollande "La Francia contribuisce al bilancio più del Regno Unito. Potrei chiedergli un assegno".
Trattativa ancora lunga; si va a gennaio.


Presto aiuti alla Grecia?

Le Borse sembrano credere in una accordo sugli aiuti per la Grecia in vista del vertice di lunedì, convocato perchè i funzionari del FMI e i Ministri delle Finanze UE non l'hanno trovato questa settimana.
La Merkel è ottimista, anche se in disaccordo sull'ipotesi di ristrutturazione tanto cara al FMI; la telenovela non può continuare, Atene ha urgente bisogno di risorse.
E intato si profila all'orizzonte un rischio maggiore


Sentenza shock sui Tango Bond; in Argentina piove sul bagnato

Un giudice di New York  ha sentenziato che l'Argentina deve restituire 1,3 Miliardi di Dollari agli investitori che non accettarono la ristrutturazione al 70% successiva al crack da 95 miliardi del 2001; in più, ha deciso che non può continuare a corrispondere gli interessi sulle obbligazioni strutturate finchè non salda.
Già l'Argentina è in una situazione delicatissima; il peggioramento della crisi economica ha determinato il primo sciopero generale nel paese dopo 10 anni.
I mercati la guardano con sospetto, anche perchè al FMI (mai tenero con Buenos Aires per questioni vecchissime) sostengono che la Kirchner abbia taroccato i dati sull'inflazione per ragioni politiche, e che questa non sia al 10,2% ma oltre il 20%.
Rischio di innesco di una nuova bomba ad orologeria.


QUADRO TECNICO


Lo scenario preferito era sbagliato.
Negli ultimi due giorni, il FTSEMIB, pur con WS in vacanza, ha mostrato una buona vivacità;
l'ipotesi dell'ending diagonal non si è verificata, anzi, guardando l'ultimo rialzo con occhiali non troppo potenti , è evidente una sequenza di 5 onde.
Che questa sia una struttura impulsiva tale da formare una [a] o una [1] (1°Alt:) oppure correttiva a formare una [w] (2° visione alternativa) è ancora da verificare.
Il trend rimane rialzista con possibilità di storno; non ho sciolto completamente il mio dubbio se il minimo del 16 novembre sia la fine dell'onda minor 2/b/x , come invece sono propenso a credere sul S&P 500; ma guardardo l'analisi intermarket dove tutto sale , potrebbe essere che sia iniziata l'onda 3/c/y.
La mia visione resta rialzista nel breve-medio, indecisa nel medio-lungo, quindi opero solo sul lato long.

Portafoglio: giovedì mi è entrato il long su GEMINA a 0.80, con il bullish breakout (non troppo convinto).
Ora il portafoglio è BANCA GENERALI, PARMALAT, GEMINA (per i grafici e i commenti vedere pagina PORTAFOGLIO)
Per gli altri titoli della mia Watch List rimando ai post precedenti.

Buon weekend!

ElwaveSurfer









giovedì 22 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni - Analisi per il 22 novembre 2012

QUADRO FONDAMENTALE

Anche se la riunione dei ministri delle finanze europei non ha formalmente deciso l'erogazione della terza tranche di aiuti alla Grecia, il mercato nel pomeriggio si è mostrato tonico sulle attese che un accordo si possa trovare lunedì (la Merkel si dichiara possibilista e alimenta le speranze).

Intanto ennesimo dato macroeconomico negativo per l'Italia, col crollo delle vendite del mercato immobiliare nel 3° trimestre a - 26% (i chi vuoi che compri più le case con un'IMU quasi e in alcuni casi più che raddoppiata rispetto all'ICI?)

Wall Street a ranghi ridotti per il Thanksgiving non fornisce segnali incoraggianti (seduta fiacca)

QUADRO TECNICO

Oggi il mercato ha fornito ua ulteriore prova della maggior probabilità che sia valido lo scenario preferito e che quest'ultimo rialzo sia, in realtà, un rimbalzo di natura correttiva, con a-b-c terminato (o quasi) con un diagonal c sul ritracciamento di Fibonacci del 38,2% dall'ultimo top, che completa la prima onda a/w (oppure, salendo di un grado, un'onda [a]/[w] ).
Ora si dovrebbe scendere verso 15.150.

Portafoglio: immutato.

Buon trading... e prudenza!

ElwaveSurfer





mercoledì 21 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni - Analisi per il 21 novembre 2012

QUADRO FONDAMENTALE
 
Pronto il via libera al 3° pacchetto di aiuti alla Grecia, mentre la Francia subisce il downgrade di Moody's che gli taglia la terza A come peraltro aveva fatto S&P a inizio anno; non è stata una gran notizia per i mercati, che l'avevano scontata, e d'altronde gli OAT francesi scontano ancora quotazioni un po' fuori linea, forse troppo ottimisticamente vicine ai BUND.
Comunque l'unica borsa UE che perde è la nostra, sebbene con un calo frazionale.
 
Divagazione.
Befera si è inventato il redditest per aiutare gli evasori a non evadere, garantendo che l'Agenzia delle Entrate non ha possibilità di accedere ai dati inseriti dai contribuenti, i quali possono scrivere numeri da evasori e nessuno li può rintracciare. Ma valà va...innanzitutto non so in quanti si fideranno, e poi: che Stato è quello che lascia evadere i soliti furbetti e poi ti dà anche la possibilità di dirti "attento che se non ti metti in riga ti prendo!". Prendili e basta!
Sempre Befera dice che su 4,3 milioni di famiglie italiane una su cinque sostiene spese «non coerenti con i redditi» e circa un milione denuncia redditi «vicini allo zero» a fronte di esborsi «rilevanti e ricorrenti»; o sono ricche, intendo da albero geneologico, e per vivere monetizzano il proprio patrimonio, o.... Prendili e basta!
Così si può ridurre la pressione fiscale sui contribuenti (anche quelli seri) e si alzano le pensioni da fame, visto che dai dati INPS il 17% dei pensionati può contare su un reddito sotto i 500 euro e il 35% tra 500 e 1000 euro!!!
Poi ci sarà anche chi prende 600 € al mese perchè, da artigiano o imprenditore, ha evaso una vita quando ai suoi tempi riusciva a farlo (ne conosco diversi vicino a casa mia), ma ormai....
La lotta all'evasione è una questione di giustizia civile e sociale; sgravi alle imprese, riduzione del cuneo fiscale, incentivi alle assunzioni, tutto giusto, bisogna percorrere queste opzioni in modo concreto e coerente, ma poi, sul reddito prodotto, uno Stato serio non ammette deroghe in tema di tassazione, creando alla fonte una normativa che stringe le possibilità di elusione e a valle reprimendo con fermezza l'evasione.
Altrimenti, per rispettare l'equilibrio di bilancio, anzi generare un avanzo primario per ridurre il debito, è costretto ad alzare la pressione fiscale su tutti perchè qualcuno non paga.
Non sono un sostenitore di Monti ma devo ammettere che su questo versante sta facendo qualcosa di più sia di Berlusconi-Tremonti (bella fatica) che di Prodi-Visco, ma si può fare molto di più.


QUADRO TECNICO

Nell'ultimo post avevo ipotizzato l'avvio di un 1-2-3; adesso, a seduta chiusa, si fa fatica a leggere nel movimento di ieri il completamento di un impulso 1-2-3-4-5  che chiude una onda 1 ; sarebbe possibile solo se la 5 fosse una truncated wave, ma, francamente, bisognerebbe forzare il conteggio e mancherebbe comunque "the right look";
più lineare, invece, contare una a , e vedere un triangolo come onda b ; in questo caso sarebbe già iniziata la c  di un a/w.
Dove porti questo eventuale nuovo a-b-c non è oggi possibile nemmeno ipotizzarlo;
l'unica cosa certa è che un pattern di questo tipo, rialzista, è correttivo quindi il movimento ribassista di grado minor, qualificato 2/b/x sul grafico orario di ieri non potrebbe essere terminato venerdì scorso, 16 novembre.
Non resta che attendere gli sviluppi per trovare conferme o smentite, con un occhio sempre su Wall Street dove la settimana di contrattazioni è corta per il Thanksgiving.

Portafoglio: immutato.

Buon trading... e prudenza!

ElwaveSurfer




martedì 20 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni - Analisi per il 20 novembre 2012

QUADRO FONDAMENTALE

Seduta di forte rialzo per il FTSEMIB che registra un aumento di oltre il 3% chiudendo sopra i 13.500 punti.

Fattori positivi sono:
> la buona chiusura di Wall Street di venerdì scorso e l'ottima impostazione odierna, frutto dell'ottimismo manifestato da Obama per un compromesso del Congresso sul "fiscal cliff" entro il 31 dicembre;
> i rumors su uno sblocco della terza tranche di aiuti alla Grecia, che dovrebbe essere sufficiente a soddisfare le sue esigenze di bilancio fino al 2014.

La borsa non è stata influenzata dall'ennesimo dato negativo sul forte calo del fatturato dell'industria (- 5.4% su base annua), probabilmente già scontato; segnale comunque che il sentimet sta cambiando.


QUADRO TECNICO

Il movimento odierno avvalora lo scenario preferito; devo prendere atto che il minimo era già stato registrato venerdì.
Se questo conteggio troverà conferma nei prossimi giorni, con la rottura al rialzo, magari già domani,  di 15400 , con il termine di un'onda [5] di c di 2/b/x, è iniziata l'onda 3/c/y che porterà l'indice a nuovi massimi.
Ma mi servono altre conferme, l'ipotesi è plausibile ma un po' prematura, considerato anche che il pattern su cui si basa, il flat a-b-c appena terminato, non è di quelli "canonici".





PORTAFOGLIO

Immutato; Banca Generali e Parmalat..

Nella mia "watch list" delle azioni interessanti sulle quali puntare sull'eventuale rialzo:

UNICREDIT, GENERALI, GEMINA, postati il 14 novembre, ma anche
 
BREMBO


  INTESA SAN PAOLO
 
 
 
 
e tra i titoli sottili VITTORIA ASSICURAZIONI
 
 

 
 
Buon trading ... e prudenza!
 
19.11.2012
 
ElwaveSurfer
 
 

lunedì 19 novembre 2012

FTSE MIB e dintorni - Analisi per il 19 novembre 2012

QUADRO TECNICO

La settimana scorsa si è chiusa nel peggiore dei modi; nuovo minimo che per ora nega qualsiasi ipotesi di reversal.
In termini di Elliott lo scenario preferito era errato, quindi :

nuovo conteggio preferito; sta terminando la [5] della c, poi rimbalzo; questa ipotesi è possibile se la c è un ending diagonal con termine verso 14780 - 14500;

1° conteggio alternativo; è quello precedente; il mercato si trova nell'onda 1 della 3 della [3] quindi in piena discesa con obiettivo 13900-13700.

E' comunque un mercato nel quale, per chi opera in azioni con logica "non reversal", resta troppo rischioso aprire operazioni.




PORTAFOGLIO

Immutato; BANCA GENERALI e PARMALAT, entrambe vicine allo stop (la prima in gain, la seconda il loss).

Buon trading... e prudenza!

ElwaveSurfer

giovedì 15 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni - Risalita non confermata

Brutta giornata quella di ieri e il mercato non ha ancora scontato la pessima chiusura di Wall Street, complice la flessione delle vendite al dettaglio.

Inizio a dubitare fortemente che lo scenario preferito sia corretto, e quello alternativo aumenta la sua probabilità.

PORTAFOGLIO

Ieri ho chiuso INDESIT a 5.04, risultato del trade + 33% , ed ho chiuso in stop HERA a - 6% (così imparo a non rispettare gli stop!).
Sono entrato su PARMALAT a 1.80 ma sono già in negativo.

Non riesco a postare grafici e a fare altre considerazioni perchè vado di fretta.

Aggiorno stasera.

ElwaveSurfer

mercoledì 14 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni; risalita?

Oggi solo considerazioni in merito alla SITUAZIONE TECNICA.

Dopo tanto penare, l'atteso rimbalzo c'è stato.
Su base daily, l'indice ha registrato un classico "bullish engulfing pattern" con stocastico in zona d'acquisto; è un segnale rialzista interessante, da non sottovalutare, ma che richiede una conferma domani, anche perchè Wall Street sul finale chiude male.


In termini di Elliott wave, sono propenso a ritenere che sia terminata l'onda correttiva y/c sul ritracciamento di Fibonacci del 38.2% ; non è dato sapere ancora se coincide con un minimo di grado minor 2/b/x, ; come prima alternativa può essere un rimbalzo di onda 2, ma comunque i grafici mostrano le potenzialità di un uptrend perciò mi preparo ad incrementare le posizioni long.



 


PORTAFOGLIO TITOLI

Fortuna che il 07 novembre scorso sono uscito da TOD'S (vedi post); oggi è crollata del - 6%.

Oggi avevo un segnale di uscita anche  su HERA, ma confidando sul conteggio preferito di Elliott che nell'intraday dava l'avvio di un rialzo, non sono uscito.
Tecnicamente è un errore non chiudere sullo stop loss prefissato, è una eccezione che faccio molto di rado e solo quando posso permettermi di operare davanti al computer (ero a casa dal lavoro per la festa del patrono).
Quindi il mio portafoglio rimane: BANCA GENERALI, INDESIT, HERA.

Ho creato una Watch List dei titoli sui quali posso aprire una posizione long; sono pattern breakout o pullback, eventualmente da aprire ma con piccole percentuali del capitale, non è ancora tempo di spingere investendo pesante.
Per primis i bancari, che oggi hanno trainato il mercato dando un segnale di forza emergente notevole.

UNICREDIT
 
Se rompe il triangolo ha un margine del 15%, quindi è una operazione che si può tentare.

 
 
Bene impostate anche INTESA SAN PAOLO,  BANCO POPOLARE, POPOLARE MILANO.
 

Potrei acquistare una, massimo due posizioni, ho già BANCA GENERALI e non voglio espormi troppo su un unico settore;


PARMALAT

Oggi ha registrato un segnale di acquisto con un breakout in chiusura e non sono entrato (non lo faccio mai l'ultima mezzora), vediamo domattina.



GENERALI

prestando attenzione ha un po' di resistenze quindi la rottura deve essere decisa, forte e con alti volumi (ma quello lo si vede sempre dopo)



GEMINA

E' un pattern di lungo termine,già postato, ma interessante.



 Buon trading...e prudenza!
 
ElwaveSurfer



martedì 13 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni 13 novembre 2012


QUADRO FONDAMENTALE

GRECIA: la UE sta valutando se concedere due anni in più ad Atene per raggiungere i suoi obiettivi di bilancio, eventualità che comporta un extra deficit di 33 miliardi fino al 2016 che potrebbe essere coperto con un allungamento delle scadenze ma manca ancora l'accordo col FMI che insiste su una  ristrutturazione del debito per raggiungere il 120% del Pil nel 2020.
Restano da erogare 31.5 Miliardi entro fine anno , ma soprattutto 5 in pochi giorni visto che sono in scadenza titoli da rimborsare di pari importo e le casse elleniche sono ancora vuote.

PETROLIO; cambia il quadro economico e geopolitico mondiale; uno studio stima che dal 2017 gli Usa saranno il primo produttore mondiale, superando Arabia Saudita e Russia; dal 2030 saranno autosufficienti e inizieranno ad esportare; dal 2018 gli USA esporteranno pure il gas.
la cara vecchia'Europa in ritardo, pagherà il petrolio il 50% in più degli USA, con conseguente ovvia riduzione del potere d'acquisto delle famiglie e competitività delle sue imprese.
La domanda globale di petrolio aumenterà del 30% entro il 2035, e se sarà stabile nei Paesi industrializzati, crescerà in modo esponenziale in Cina, India e Medio Oriente.
Benzina a 5 euro al litro fra vent'anni? No, anche prima!

GIAPPONE; ancora in recessione; vanificato l'aumento della produzione del 1° trimestre, nel 3° calo del Pil del - 3.5%, causa riduzione di export e dei consumi, che andranno peggio visto che il Governo uscente (le elezioni sono prossime)  si appresta a varare l'aumento dell'IVA.

QUADRO TECNICO

La ridotta attività sui mercati americani (il mercato dei bond era chiuso per il Veterans Day) ha contribuito a rendere piatta la giornata.
Niente da aggiungere all'analisi del weekend; vedremo oggi se si manifesterà il tentativo di rimbalzo.

sabato 10 novembre 2012

IL PUNTO DELLA SETTIMANA

GRECIA; UNO SCONTRO SENZA FINE



GRECIA: il parlamento approva i tagli da 13.5 Miliardi con nuove misure impopolari, tagli a salari, la piazza esplode. Paese allo stremo.

ITALIA; l'Istat conferma la recessione, PIL - 2.3% nel 2012, - 0.5% nel 2013 (eccessivamente ottimistico); disoccupazione al 10.4% quest'anno, in aumento all'11.4% nel 2013, spesa per consumi in crollo, mercato delle costruzioni da panico; nel biennio 2012-2013 crollo del 10%.
L'Ocse prevede una crescita media asfittica dal 2011 al 2030 dell'1.5%, ma un orizzonte temporale così lontano non ha senso.

USA: Obama Presidente ma la borsa non festeggia; Congresso ancora spaccato; timori per un accordo al ribasso sul fiscal cliff; ma Obama: "i ricchi paghino più tasse" (inutile dire che condivido)

GERMANIA; cala la produzione industriale sia per la riduzione della domanda interna che dell'export. Diso

BCE: pessimista sulla ripresa in Europa, lascia invariati i tassi allo 0.75% ma non esclude futuri tagli se l'economia confermasse il suo rallentamento.

CINA: notabili del PC al Congresso per eleggere la leadership per i prossimi 10 anni; Hu, nel passaggio del testimone indica le direttrici dei prossimi 10 anni; raddoppio del PIL entro il 2020, riformare il sistema politico (con al centro sempre il partito, quindi sempre democrazia zero), trasformare il sistema economico con le grandi imprese statali sempre al centro, dare assistenza e welfare a tutti.

SITUAZIONE TECNICA

Il FTSEMIB chiude una settimana negativa sul duplice supporto della MM 20 settimane e sulla MM 50 settimane; probabile un rimbalzo di reazione, la sua rottura al ribasso sarebbe invece devastante.

Sul grafico daily, venerdì si è formato un potenziale hammer rialzista che richiede conferme.

In termini di Elliott piccolo aggiornamento del conteggio;
nello scenario preferito ho alzato il grado dell'ultima ondata ribassista da micro i-ii-iii-iv-v a sub-minuette 1-2-3-4-5  con la conseguenza che potrebbe essere terminata, con un zig-zag [a]-[b]-[c]  l'onda correttiva y.
Difficile dire se questo movimento ribassista conclude anche un complex w-x-y e quindi l'onda minor 2/b/x; come prima ipotesi penso di no, ovvero ritengo che un rimbalzo almeno fino a 15.500 sia l'ipotesi più probabile, ma bisognerà valutare la struttura per capire se è partita un'impulsiva di grado minor, e tenere d'occhio Wall Street, che come sempre governa il mondo.
In sostanza, converrebbe non essere short, stare fuori e al limite aprire long per operazioni intraday o di swing trading.

Buon weekend.

ElwaveSurfer











venerdì 9 novembre 2012

FTSEMIB E DINTORNI 09 novembre 2012

PENSIERI DI TRADING
 
Continua il trend ribassista sui mercati, male anche lo spread BTP-BUND.
 
Principali eventi:
 
> la BCE lascia invariati i tassi, ma Mario Draghi congela le attese di Mariano Roji sugli aiuti, che restano condizionati a specifiche richieste, senza automatismi; inoltre lancia l'invito ad Italia e Spagna a non adagiarsi sulla via delle riforme; Draghi, quali altre riforme vuole che facciano due paesi che hanno già tagliato decine di miliardi di spesa (pensioni e sanità) e alzato la pressione fiscale riducendo il reddito disponibile e alimentando recessione su recessione?
E' incredibile la faccia tosta di certi burocrati. Draghi lancia le operazioni di QE da migliaia di miliardi senza preoccparsi di introdurre una regola all'utilizzo di quelle risorse da parte delle banche in modo che almeno una quota sia vincolata all'effettivo rilascio di mutui ad imprese e famiglie.
Capisco che le 2 operazioni erano anche finalizzate a sostenere l'offerta di titoli di stato con adeguata domanda delle banche, per ridurre gli spread ed evitare che Italia e Spagna si vedessero con le aste deserte, ma chiedere riforme sulle pelle viva della gente e consentire al tempo stesso alle banche di prendere a prestito all'1% per guadagnare  il 5-6% investendo in titoli di stato mi sempra vergognoso.
Draghi, faccia fare alle banche quello per cui esistono: concedere prestiti alle famiglie e agli operatori economici, l'organo di impulso e controllo al massimo livello lo sta governando Lei! Un po' di autocritica.
> la Banca d'Inghilterra blocca le misure di QE, forse preoccupata per l'inflazione o forse si accorge che non stanno dando i frutti sperati;
> negli USA calano le richieste di sussidi alla disoccupazione, ma Wall Street non reagisce positivamente; sempre giù gli indici.
> in Cina si apre il Congresso del Partito Comunista che nominerà i successori del presidente Hu Jintao e del Primo Ministro Wen Jiabao; finisce un'era e se ne apre un'altra, con nuovi leader che guideranno la superpotenza per i prossimi 10 anni (rivoluzioni permettendo...); un po' soffusa in Europa, la scelta condizionerà l'assetto geopolitico ed economico mondiale quanto e forse più dell'Elezione di Obama.
 
Come evidenziato mercoledì la rottura del supporto a 15263 ha eliminato le alternative e mi induce a modificare anche il grado dello scenario principale; l'onda impulsiva ribassista in corso è un'onda 1
nel quale si sono completate le onde i-ii-iii e la iv è in corso. In particolare c'è una interessante relazione di Fibonacci sul prezzo poichè l'onda iii è = 1.618 onda i da onda ii
Lo scenario alternativo prevede che stia terminando una onda [c/y] come zig-zag 5-3-5, con la 4 in completamento e la 5 in chiusura oggi , la quale potrebbe chiudere un y complex e quindi la 2/b/x come bottom di grado minor oppure chiudere una c di un triangolo a-b-c-d-e
In entrambi i casi l'indice starebbe raggiungendo un bottom e poi partirebbe un rimbalzo.
 
 



AZIONI DI TRADING

Oggi nessun trade; portafoglio immutato.

ElwaveSurfer

mercoledì 7 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni 07 novembre 2012

LA VITTORIA DI UN OBAMA "DEBOLE" NON PIACE AI MERCATI
CHE COMUNQUE SE LO ASPETTAVANO.



PENSIERI DI TRADING

Brutta seduta in tutte le borse, trainate al ribasso da Wall Street

Incidono negativamente:
> la vittoria di Obama ma soprattutto un Congresso diviso con la Camera ai Repubblicani e il Senato ai Democratici, con le conseguenti presumibili difficoltà a trovare un accordo sul fiscal cliff e un probabile declassamento del debito americano, come preannunciato da Fitch.
> nuovi dati macroeconomici negativi in Europa; in calo la produzione industriale tedesca (-1.2% su base annua e -1,3% sul mese precedente), crolla quella spagnola (-11.7% su base annua).
 Draghi evidenzia che anche la Germania inizia ad avere dei problemi.

 Tecnicamente il quadro negativo era comunque atteso; ieri sera scrivevo: "...lascerebbe presuppore il termine di onda 2/b domani in area 15.730 - 15.780 e l'avvio di una sequenza impulsiva ribassista "; orbene il top odierno è stato a 15.811 in cui è terminata l'onda 2/b e dalla quale è poi effettivamente iniziata una onda impulsiva ribassista che ha portato l'indice a -2.50%.

Ho sperato che l'indice scendesse sotto 15.263 poichè avrebbe annullato 2 dei 3 scenari proposti; quello, fino a ieri, principale di una onda d/x con un complex [w-x-y] , e il primo scenario alternativo, ovvero l'ipotesi rialzista fino a ieri qualificata come [1° Alt:] .
E' comunque necessario una riqualificazione degli scenari e cambiano le preferenze;
nuovo scenario principale; tendenza ribassista con inizio di onda 3/c subminuette di 3/c/y minuette di c/y minute;
1° scenario alternativo; oggi è terminata con un zig-zag a-b-c l'onda [2] e domani riprende il trend rialzista; la rottura di 15263 invalida questa opzione e apre un pesante spazio di discesa confermando il conteggio principale.




AZIONI DI TRADING

Considerata l'inversione della mattina, in sintonia con il conteggio di Elliott,  visto il movimento negativo partito subito sull' SPX future e un certo senso di disagio psicologico, ho chiuso MEDIOBANCA e TOD'S senza rimetterci pur pagando le commissioni (vedere pagina Portafoglio)
Per ora mantengo BANCA GENERALI, INDESIT, HERA.



martedì 6 novembre 2012

FTSEMIB e DINTORNI 06 NOVEMBRE 2012

PENSIERI DI TRADING

L'indice chiude in rialzo a 15690 quindi l'atteso rimbalzo c'è stato, per le dimensioni prospettate (è tra i due target proposti , 15630-15730), ma con un configurazione inattesa.
Per identificarla meglio uso il grafico a 15 minuti e a 3 minuti.


 

L'andamento odierno ha confermato il completamento di una onda impulsiva 1-2-3-4-5 come onda a, correzione in b, avvio di una seconda onda impulsiva c che lascerebbe presupporre il termine di onda 2/b domani in area 15.730 - 15.780 e l'avvio di una sequenza impulsiva ribassista (ma mantengo più di un dubbio perchè, per esperienza, è troppo bello e chiaro per essere vero...)
Il movimento di domani potrebbe essere decisivo perchè se l'eventuale rialzo fosse maggiore e superasse 15.892 vengono invalidati 2 dei 3 conteggi proposti (il preferito e il 2° alternativo) e l'unico rimasto (il 1° alternativo) andrebbe riqualificato.
 
Oggi occhi puntati sulle ELEZIONI USA  dove si vota sia per il Presidente che per la Camera dei Rappresentanti e quasi 1/3 del Senato; lo scacchiere è determinante per verificare come il futuro Governo e il nuovo Congresso affronteranno il fiscal cliff.
Dal punto di vista politico l''Europa e in particolare l'Italia sarebbero più contente in una conferma di Obama viste le recenti posizioni assunte da Romney , che pare favorevole al fallimento dell'Eurozona e denigra il nostro paese; magari Obama ha la stessa opinione ma è più furbo e non la esterna.
 
Interessante una dichiarazione di Joseph Stiglitz.; la crisi europea non è finita e la Germania dovrebbe uscire dall'Euro, così si svaluta la nuova valuta europea, aumentano le esportazioni e si stimola la ripresa economica.
Stiglitz è da sempre contrario all'eccesso di rigore di cui i tedeschi sono i massimi sostenitori e nemmeno stavolta si è smentito.
 

AZIONI DI TRADING
 

Resto fermo e, gli scenari tecnici sono troppi e aspetto che qualcuno sia invalidato ; portafoglio immutato: BANCA GENERALI (bene, + 20% dall'ingresso), INDESIT (benissimo), MEDIOBANCA, HERA, TOD'S (non bene, tutti in stallo e in sofferenza)

Merita un grafico INDESIT che anche oggi segna un altro + 5%.
Dall'ingresso long (vedere il primo post di Migrazione) sono a un teorico + 40% (teorico perchè finchè non chiudo la posizione, il guadagno è finto e quindi non vale niente).
In termini di Elliott sembra in onda 3 e, salvo fattori esogeni, ha ancora spazio per salire.
Valuterò se uscire, almeno parzialmente, sulla perforazione al ribasso della MM 10 gg (verde) o su un reversal candlestick pattern.




ElwaveSurfer


lunedì 5 novembre 2012

FTSEMIB e dintorni 05 novembre 2012

PENSIERI DELLA GIORNATA

Giornata negativa, secondo le attese, per il mercato azionario italiano.

Le cause sembrano 3:

1°) crisi Grecia e Spagna; ieri ho scritto che il mercato non sembrava preoccupato della situazione in Grecia, e che la mina in Spagna non era disinnescata; oggi gli operatori hanno invece cambiato idea e, come spesso accade, si svegliano di soprassalto, all'improvviso  e vedono che ad Atene il Governo avrà difficoltà a varare in settimana la nuova manovra chiesta dalla Troika e Samaras ammette "potremmo uscire dall'euro" e che a Madrid sembra indaghi la BCE sui prestiti concessi alle banche spagnole; un buon risveglio!

2°) i dati ISTAT sulla recessione italiana sono impietosi e fotografano una situazione drammatica; spesa per consumi - 3,25% nel 2012 (- 0,7% nel 2013), Pil - 2,3% nel 2012 (- 0,5% nel 2013), tasso di disoccupazione al 10,3% nel 2012 (e in aumento sul 2013).
Un dubbio mi sorge non sulla bontà dei dati ma  sulle stime per il prossimo anno (chi tiene il gobbo e suggerisce l'Istat, Monti?); come può crescere un PIL quando la disoccupazione aumenta, quindi il reddito complessivo disponibile per le famiglie cala, la spesa pubblica è in contrazione per le manovre fiscali recessive volte a rispettare il rientro del deficit, e le imprese non investono tanto le banche non concedono prestiti? Con la domanda estera?
Ma non scherziamo, le previsioni del prossimo anno sono troppo ottimistiche e sembran fatte da chi non vive nel mondo reale, o da chi tira l'acqua a qualche mulino.
 
3°) l'incertezza delle elezioni USA; il mercato finanziario americano gradirebbe Romney, più spinto verso il libero mercato, Obama spende troppi soldi dei contribuenti in spesa pubblica e fa troppo leva sulle politiche monetarie espansive per piacere all'alta finanza; beh, se non sono affondati dopo il crollo Lehman e anzi hanno recuperato il loro valore virtuale (di borsa) è anche per i 3 QE (di cui 2 sotto la sua amministrazione, anche se l'ultimo sta fallendo nel suo intento forse perchè il mercato si è assuefatto...come tutti i drogati).
A questo proposito bella la notizia letta su WSI; Richard Fisher, presidente della Federal Reserve di Dallas dice: la verità è che nessuno nel Comitato sa veramente che cosa può far ripartire l'economia.... nessuna banca centrale sa bene come riportare la situazione in equilibrio partendo dal punto nel quale ci troviamo, perchè nessuno, nemmeno la Federal Reserve, è mai stata in questa nave fino ad ora". Talmente semplice e lineare da essere perfino banale!
 
Ci sarebbe anche il G20 in Messico, ma non spendo troppo tempo a pensarci; normalmente non conta quasi nulla per i mercati, in quest'ultimo, poi,  mancano alcuni pezzi grossi (Geithner, il ministro francese, quello brasiliano, e Draghi) e si deciderà meno del solito; ne uscirà la classica e insignificante dichiarazione di intenti che vale zero.
 
Mi piace poco la debolezza dell'Euro sul Dollaro, che ha raggiunto un importante supporto; io non trado sul forex ma ovvio che sui mercati azionari l'impatto del cambio è notevole e un'occhio bisogna sempre puntarlo, nel mio caso in particolare poichè investo anche in azioni Usa.

AZIONI DELLA GIORNATA.

Nessuna.
Il mercato, nel breve, è in correzione o al meglio in congestione laterale, aumentare le posizioni non ha un senso logico, si opera non con il trend a proprio favore, e poi c'è l'incognita delle elezioni USA.
Sembra terminata la prima onda 1/a, domani probabile un rimbalzo in area 15630-15730.
Portafoglio immutato.
Buon trading...e prudenza!




ElwaveSurfer









domenica 4 novembre 2012

IL PUNTO DELLA SETTIMANA

USA: NUOVO PRESIDENTE, VECCHI PROBLEMI
 

 
Nella settimana terminata questi gli spunti interessanti:
 
GRECIA: preseguono i negoziati tra il governo e la Troika (FMI-BCE-UE);
per molti commentatori l'obiettivo di raggiungere un debito pari al 120% del PIl nel 2020 è impossibile; Samaras ha chiesto 2 anni in più per uscire dalla procedura di deficit eccessivo (dal 2014 al 2016) e si è impegnato a nuovi tagli di bilancio per 13,5 miliardi, ma si stima un divario di 15-30 Miliardi e la Germania non vuole che la 3° ristrutturazione del debito sia a carico degli Stati.
Il clima sociale resta rovente, quello economico deprimente; molte grandi imprese delocalizzano; l'ultima è stata Coca Cola Hellenic, una delle maggiori società quotate alla Borsa di Atene che ha deciso di trasferire le  quotazioni a Zurigo e forse a Londra. Il motivo è logico; sulle prossime emissioni obbligazionarie rischia di pagare un premio sui tassi troppo alto.
I mercati sembrano non temere eccessivamente la situazione.
 
 
 
SPAGNA: il governo Rajoy tergiversa ancora, continua l'asse con la Merkel
Il Premier Spagnolo non chiede aiuti al fondo ESM perchè prima vuole capire quali sono le condizioni alle quali il paese dovrà sottostare.
Nella settimana precedente Moody's aveva ritoccato al ribasso il rating di 5 regioni spagnole ma non ha declassato a spazzatura quello del Paese, solo perchè confida in un pronto intervento del fondo salvastati e della BCE.
La Bad Bank spagnola acquisterà circa 90 Miliardi di asset tossici delle banche ma con un pesante sconto, per gli immobili del 63% rispetto ai valori di libro, per i prestiti del 45%.
E' un default interno mascherato.
La mina non è comunque disinnescata.
 
 
 
 
GERMANIA; Angela Merkel dichiara che servono ancora 5 anni per superare la crisi (se qualche Paese non salta gambe all'aria prima...)
Il Premier tedesco mantiene ferma la barra verso la più strenua austerità, continuando a ripetere che la crisi del debito in Europa è stata causata da scellerate politiche fiscali dei Governi e scarso rigore monetario, 2 aspetti che la Germania con Schroeder 10 anni prima aveva fatto, portandola al successo attuale.
La Merkel avrà pure ragione ma i tedeschi sono i tedeschi, di latino hanno ben poco, con i governanti che si sono ritrovati Grecia, Spagna e Italia che rigore poteva esserci?
D'altronde ogni popolo ha il governo che si merita.
 
 
USA: settimana corta, occupazione in aumento, una carta in più per Obama
Wall Street chiusa 2 giorni per l'uragano Sandy.
Sale l'occupazione più del previsto anche se il tasso di disoccupazione è salito al 7.9% dal 7.8%, comunque sotto al fatidico 8%, livello oltre il quale nessun Presidente uscente è mai stato eletto.
 
ITALIA: Governo alle prese con la legge di stabilità...e il risultato di Grillo in Sicilia
L'ho tenuta per ultima perchè le beghe nostrane sono sempre le stesse;
la prossima legge di stabilità, tra l'altro, propone tagli molto alti ai trasferimenti degli Enti Locali (2.500 Miliardi) che per compensare il calo di risorse, dovrebbero riformare ancora di più la spesa (c'è ancora del grasso nei grandi Comuni, ma i piccoli sono alla canna del gas) ma alzeranno ancora le imposte sulle famiglie, IMU e addizionale IRPEF in testa.
La pressione fiscale quindi aumenterà, ma Monti farà vedere che non è pressione statale...il giochino delle tre carte fatto con l'introduzione dell'IMU con addizionale statale incorporata continuerà!
Il M5S continua a mettere pressione ai partiti tradizionali, ultimo a cadere è l'IDV con Tonino Di Pietro nella bufera; se evitassero di appropriarsi di danaro pubblico e costruissero asili, scuole, residenze per gli anziani, tutelando i beni pubblici (acqua e  ambiente) e dimostrando vero rispetto per il popolo che governano,  Grillo non esisterebbe, perlomeno non nelle dimensioni viste in Sicilia (anche se la scarsa affluenza ha un po' distorto i pesi in campo).
Chi è causa del suo male pianga se stesso.
 
 
 
 
 
Nella settimana prossima:
 
 
 
USA; nuovo Presidente, stessi problemi: crescita economica e fiscal cliff
 
Scopriremo quale sarà il prossimo Presidente e come reagirà Wall Street.
Chiunque vinca, il tema più scottante resta il Fiscal Cliff; il 1° gennaio, senza un accordo, ci saranno tagli automatici alla spesa pubblica [50% militare (poco male), 50% sociale (molto male)] per 1.100 miliardi e un aumento della pressione fiscale ai livelli antecedenti gli sgravi decisi da George Bush.
Secondo alcuni istituti di ricerca, se questa ipotesi si materializzasse, ci sarebbe una contrazione del PIL tra lo 0.5% e l'1% e un aumento della disoccupazione a oltre il 9%. Un disastro.
Le ricette dei due candidati sono esattamente opposte:
Obama propone un aumento delle tasse sui redditi superiori ai 250 mila dollari, Romney un taglio delle aliquote fiscali per stimolare la crescita sanando il deficit con l'aumento della base imponibile.
Piacendomi Keynes e poco i monetaristi, inutile dire che concordo con Obama, se non altro perchè pensare che tagliare le tasse ai più ricchi faccia aumentare i consumi è un'utopia tutta americana (e di qualche altro europeo e italiano che non cito).
Probabilmente l'opzione più saggia sarebbe un mix tra rialzo delle tasse alle classi ricche e riduzione della spesa militare...
 
 
 
 
Dati macroeconomici di rilievo in uscita negli USA:
 
   05.11  > indice ISM non manifatturiero (poco importante)
   07.11  > indice MBA richieste mutui (media importanza)
              > scorte di petrolio;
              > crediti al consumo;
   08.11  > bilancia commerciale (media importanza)
             >  richieste sussidi alla disoccupazione (alta importanza, ma ad elezioni fatte...)
   09.11 > prezzi alle importazioni e alle esportazioni (media importanza)
 
 
Trimestrali USA in uscita:
 
colossi: Time Warner Cable, Humana, Qualcomm, Activision Blizzard, Kraft, Disney, Nvidia;
 
azioni leaders:  05.11 = TWC; 06.11 =  NSM, RAX, VSI;  07.11 = GOLD, PRGO;
                         08.11 = FLT, JAZZ, DIS.
 
 
Per i grafici dell'S&P 500 cliccare su http://elliottfibonacci.blogspot.it
 
 
ElwaveSurfer
 
 

FTSE MIB - 3 scenari di Elliott Wave con probabilità molto simili


 Venerdì l'indice ha toccato il ritracciamento del 61.8% di Fibonacci e poi ha iniziato a scendere disegnando un altro diagonal.

Sostanziale conferma dei 3 scenari di Elliott esposti nell'ultimo intervento (post di migrazione):
Scenario preferito; analizzando il grafico intraday su orario e 15 minuti, il rialzo dal 29 ottobre sembra una onda correttiva w-x-y-x-z e questo lascerebbe presumere che l'onda correttiva minor 2/b/x non sia ancora terminata e si stia sviluppando un triangolo abcde (e non sarebbe una 2) oppure un three o un complex wxyxz.
1° scenario alternativo (1° Alt:) ; il 29 ottobre con l'ending diagonal è terminato un flat a-b-c e anche l'onda minor 2/b/x quindi è iniziato il nuovo uptrend di grado minor, ci aspetterebbe un rialzo fino a Natale; venerdì sarebbe terminata l'onda [1] con una impulsiva 1-2-3-4-5 (grafico Alt: 15 minuti)
2° scenario alternativo (2° Alt: ) ; il primo ending diagonal è un'onda [1] e il secondo l'onda [2] di una c flat fino a toccare nuovi minimi.
Mi lascia comunque perplesso vedere due diagonal vicini, non c'è alternanza.
Siamo a un punto cruciale; mi capita raramente di avere 3 scenari con probabilità simili.
Forse le elezioni americane e la reazione degli indici USA daranno una smossa.

 
Portafoglio:   BANCA GENERALI, INDESIT, MEDIOBANCA, HERA, TOD'S.
 Valgono le considerazioni finali del post precedente sui setup interessanti (PARMALAT, SAFILO, GENERALI) e sulla eventualità di incrementare le posizioni.
Buon trading...e prudenza!
ElwaveSurfer


 
 
 
 
 
 
 
 

INIZIA LA MIGRAZIONE

 

QUESTO E' UN POST DI MIGRAZIONE

E' UNA COPIA DEI MIEI INTERVENTI PUBBLICATI ALLA PAGINA "ITALIAN STOCKS" DELL'ALTRO MIO BLOG ELLIOTTFIBONACCI.BLOGSPOT.IT

PAGINA CHE NON SARA' PIU' AGGIORNATA CON LA NASCITA DI QUESTO SITO

-----------------------------------------------------------------------------------------------


AGGIORNAMENTO AL 01 NOVEMBRE 2012 - CHIUSURA
Bella seduta rialzista sostenuta dal rimbalzo di Wall Street.
Nuovi scenari di Elliott:
Scenario preferito; analizzando il grafico intraday su orario e 10 minuti, il rialzo dal 29 ottobre sembra una onda correttiva a-b-c e questo lascerebbe presumere che l'onda correttiva minor 2/b/x non sia ancora terminata e si stia sviluppando un triangolo abcde (e non sarebbe una 2) oppure un three o un complex wxyxz.
1° scenario alternativo (1° Alt:) ; il 29 ottobre con l'ending diagonal è terminato un flat a-b-c e anche l'onda minor 2/b/x quindi è iniziato il nuovo uptrend di grado minor, ci aspetterebbe un rialzo fino a Natale.
2° scenario (2° Alt: ); l'ending diagonal è un'onda [1] e l'attuale rialzo l'onda [2] di una c flat fino a toccare nuovi minimi.
Portafoglio
oggi ingresso su TOD'S;
il portafoglio diventa: BANCA GENERALI, INDESIT, MEDIOBANCA, HERA, TOD'S.
Setup d'ingresso pronti su PARMALAT e SAFILO, buono anche GENERALI.
Ha dato un segnale d'ingresso anche ATLANTIA ma non sono entrato, valuto domani un eventuale ingresso (i volumi sono bassi).
Adesso la valutazione da fare è: c'è uno scenario laterale (il preferito), uno rialzista (il primo alternativo) ed uno ribassista (il 2° alternativo); ho già 5 posizioni aperte, di cui 2 buone e 2 in sofferenza; vale la pena aprirne altre o si alza troppo il rischio?
Difficile scelta.

Buon trading...e prudenza!


ElwaveSurfer 01.11.2012


-------------------------------------------------------------------------------------------


AGGIORNAMENTO AL 30 OTTOBRE 2012 - PREAPERTURA

Continua il ribasso secondo lo scenario principale; sto valutando l'ipotesi che si stia formando un ending diagonal, ma è solo un'ipotesi.
Direzione ancora ribassista, sebbene un rimbalzo non si possa escludere visto il forte ipervenduto (ma non c'è ancora divergenza bullish)
Tra i conteggi ribassisti ho eliminato il 1° alternativo proposto il 27 ottobre, quindi il 2° alternativo è ora diventato il 1°(anche questo sarebbe negato se l'indice scendesse sotto i 15.306 punti)
Portafoglio:
luci ed ombre; INDESIT ha raggiunto e superato il target indicato nel post del 15 settembre ma non ho chiuso la posizione perchè la potenza dei volumi degli ultimi due giorni è stata considerevole; gli altri sono in difficoltà, soprattutto HERA , molto vicina allo stop loss.
Buon trading..... con prudenza!


 
ElwaveSurfer 30.10.2012

-----------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO AL 26 OTTOBRE 2012 - CHIUSURA SETTIMANALE

Tutto secondo previsioni; settimana negativa, ma l'indice dimostra una buona capacità di tenuta rispetto all'orientamento bearish iniziato sugli indici Usa.
Tecnicamente il ribasso non sembra terminato.
 
Il mio scenario principale presuppone che il mercato si trovi in onda a/1 sub-minuette di onda [3/c/y]
minuette di onda c/y minute; 1° obiettivo ribassista = 14.500 (ritracciamento di Fibonacci al 50% di onda 1/a/w minor e area di supporto statico sul massimo di luglio)
Il 1° scenario alternativo [1°Alt] (riportato nel grafico orario) è anch'esso negativo e ipotizza un rimbalzo con la costruzione, su grafico orario, di un irregular a-b-c, con onda c rialzista in corso completamento, di onda [2/b/x] sempre di onda c/y minute.
 
Il 2° scenario alternativo [2° Alt] (riportato nel grafico orario) è invece rialzista e considera l'ipotesi che venerdì sia terminata l'onda [2] minuette e sia iniziata l'onda [3] di onda 1/a minute di onda 3/c/y minor che porterà a nuovi massimi; questo scenario è negato se l'indice rompe al ribasso 15.306.


Portafoglio: BANCA GENERALI, INDESIT, MEDIOBANCA, HERA
Con outlook negativo, non mi sento di integrare il portafoglio con nuove posizioni, è già difficile conservare queste, anzi se lo scenario negativo fosse confermato potrei chiuderne alcune.
ElwaveSurfer 27.10.2012
------------------------------------------------------------------------------------
 
 
AGGIORNAMENTO AL 26 OTTOBRE 2012 - APERTURA


Il movimento degli ultimi 4 giorni ha confermato gli scenari negativi proposti lunedì scorso nell'ultimo aggiornamento; il mercato, pur con una certa riluttanza e pur mostrando una notevole forza sottostante, continua la correzione attesa, e non sembra terminata.
Portafoglio invariato: BANCA GENERALI, INDESIT, MEDIOBANCA, HERA (i primi 2 titoli han tenuto sulla discesa, gli ultimi 2 sono in sofferenza).




ElwaveSurfer 26.10.2012

-----------------------------------------------------------------------------


AGGIORNAMENTO AL 22 OTTOBRE 2012 - APERTURA

I miei 2 scenari principali sono entrambi negativi e prevedono un ribasso;
lo scenario preferito considera iniziata l'onda c, il primo scenario alternativo l'onda [2];
solo il 2° alternativo ammette ancora l'ipotesi di un rialzo se è terminata l'onda 4



Venerdì sono entrato su HERA.
 
ElwaveSurfer 22.10.2012

---------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO AL 19 OTTOBRE 2012 - APERTURA

Ieri l'indice ha proseguito secondo le attese; sembra aver terminato l'onda 3 e forse anche l' onda 4 (oppure solo la [a] )
Per oggi l'aspettativa è per una congestione e/o un rialzo finale.
Portafoglio immutato.


ElwaveSurfer 19.10.2012

-------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO AL 17 OTTOBRE 2012 - CHIUSURA

Il mercato spinge ancora; rotto anche 16.700.
Ora i 2 scenari descritti ieri hanno un ordine di priorità equivalente, ma, come detto, indicano una univoca direzione; rialzo.
Per ora non è molto importante che sia un'onda [c] o [1] , conta il trend.
Oggi è scattato l'ingresso al breakout della congestione su MEDIOBANCA.
Portafoglio: BANCA GENERALI, INDESIT, MEDIOBANCA.
Ps: il 04 ottobre avevo segnalato BENI STABILI, non comprata al segnale perchè il mercato era ancora negativo: è il miglior titolo da quella data.... Ma guardiamo avanti...



ElwaveSurfer 17.10.2012

----------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO AL 16 OTTOBRE 2012 - CHIUSURA

il movimento di oggi è stato forte e deciso, e francamente così potente non me l'aspettavo; ha rotto al rialzo la MMd 20gg poi 15.700 (ritracciamento 38.2% di Fibonacci) ma si è bevuto in un lampo anche 15.900, precedente top che fungeva da resistenza in congiunzione con il ritracciamento 50% di Fibonacci.
La struttura è chiaramente impulsiva e il movimento rialzista si sposa bene con entrambi i miei scenari principali:
> il primo e ancora preferito considera il movimento in corso come fine di onda [c] di b;
> il primo dei conteggi alternativi (Alt:), riaggiornato (doverosamente) con l'azione odierna, presuppone invece che l'onda 2/b/x sia già finita con un w-x-y che peraltro troverebbe conferma anche dal punto di vista temporale (verticale gialla di Fibonacci pari al 50% del tempo di formazione di 1/a/w). La rottura di 16.700 avvalorerebbe questo secondo scenario.
Conseguenze operative:
il trend di grado intermediate è rialzista, quello di grado minute pure, solo operazioni long (aprire short per chi come me non fa reversal sarebbe un suicidio).
 
La conferma del trend rialzista dovrebbe far scattare i long sulla lista titoli con set-up pronti indicati nel fine settimana scorso, MEDIOBANCA, GEMINA, PARMALAT, ATLANTIA, DANIELI, FALCK, HERA, MILANO ASS, TOD S, aggiungo SAFILO e GENERALI.
 
Portafoglio: BANCA GENERALI oggi tra i peggiori dei bancari (ma era salita quando gli altri stornavano), INDESIT ha recuperato bene, oggi tra i migliori con + 7%, ha rotto con forti volumi il "base-on-base".
Sugli USA invece oggi è andata peggio (per un errore di data sugli earning reports ho subito un mezzo crollo su GWW).




ElwaveSurfer 16.10.2012

------------------------------------------------------------------------------------------


AGGIORNAMENTO al 12 OTTOBRE 2012- CHIUSURA SETTIMANALE

La settimana si chiude in modo interlocutorio.
Dopo il bel bullish engulfing pattern, per di più con doji, disegnato tra mercoledì e giovedì, ieri, complice l'ulteriore brutta seduta di Wall Street, l'indice non è riuscito a a superare la resistenza del massimo del giorno precedente ed ha chiuso in negativo.
Nulla di compromesso.
Tecnicamente si sta assistendo ad uno strano fenomeno; da 10 sedute, l'indice è intrappolato tra la MM20 gg, che funge da resistenza, e la MM50 gg che funge da supporto; è importante che regga quest'ultima altrimenti si può scendere (almeno) fino all'area 14.800-14.700.
Questa eventualità determinerebbe anche la rottura di un media di lungo più importante, quella a 50 settimane...




Situazione titoli.
Tengo con i denti INDESIT, va meglio BANCA GENERALI (+14% dall'ingresso del 6 settembre);
fra i titoli postati la scorsa settimana, ha rotto al rialzo BENI STABILI, ma non sono entrato perchè
ritengo che l'onda c/y sull'indice non sia ancora terminata.
Dovessi essere smentito, sono pronto all'ingresso, con lotti modesti, su GEMINA, PARMALAT, MEDIOBANCA; seguo con attenzione anche ATLANTIA, DANIELI, FALCK, HERA, MILANO ASS, TOD S.
 
ElwaveSurfer 12.10.2012

-----------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO al 10 OTTOBRE 2012- APERTURA

L'ipotesi è che sia terminata l'onda b/x il 05 ottobre, e che sia in corso lo storno di onda c/y (di minor 2/b/x).
Malgrado la brutta chiusura ieri del Nasdaq e del SPX , il mercato in apertura sembra tenere.
Vicino alla chiusura INDESIT.


ElwaveSurfer 10.10.2012 ore 9.05
 
---------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO 04 OTTOBRE 2012
 
 
L'indice appare in onda b/x,
e non sembra aver ancora terminato il rimbalzo.


Conservo le posizioni long su BANCA GENERALI e INDESIT, SORIN è ripartita e l'ho salutata.
 
Titoli interessanti:
 
MEDIOBANCA, BENI STABILI, GEMINA, PARMALAT, HERA





Ve ne sono altri (ad esempio FALCK RENEWABLES)...


...ma appaiono un po' più distanti dai potenziali rispettivi punti di ingresso.
Ovviamente la posizione su FALCK non avrebbe lo stesso peso di quella su MEDIOBANCA.
 
ElwaveSurfer 04.10.2012

---------------------------------------------------------------------------------
 
SITUAZIONE AL 27 SETTEMBRE 2012

Ieri stoppato su SORIN (-2%).
BANCA GENERALI continua a tenere e INDESIT è sempre al limite. Situazione a rischio.
Il FTSEMIB accelera al ribasso ed anche l'onda a/w










ElwaveSurfer 27.09.2012


------------------------------------------------------------------------------

SITUAZIONE AL 24 SETTEMBRE 2012
Portafoglio immutato;
BANCA GENERALI tiene, INDESIT è al limite, SORIN oggi è stato uno dei titoli migliori (sale quando il mercato scende, quanto potrà durare?)
Il FTSEMIB prosegue nello storno; non dovremmo essere molto distanti dalla fine di onda a.
ElwaveSurfer 24.09.2012
----------------------------------------------------------------------------------

ANALISI TECNICA DEL FTSEMIB al 21 settembre 2012

Avrei voluto postare l'analisi sul COMIT ma da due settimane ho in riparazione il computer sul quale conservo il database dello storico.
 
Poche parole per illustrare la mia personale applicazione della Elliott Wave.
Analizzo sempre 5 fattori; il prezzo, il pattern, il tempo, il momenutm, e il ciclo; per quest'ultimo elemento, da alcuni anni, mi avvalgo dell'oscillatore stocastico con il quale cerco di intepretare la posizione più probabile e verosimile nella Bell Curve di Ian Notley.
Sia nell'analisi degli scenari sia nel trading operativo mi concentro sempre su 3 time frame; quello centrale è sempre il punto di riferimento, quello superiore mi serve , oltre che per stimare l'onda di grado più elevato , per individuare i pivot point, i livelli di supporto / resistenza e i potenziali target; quello inferiore per chiarire la struttura e sincronizzare meglio l'ingresso e l'eventuale uscita;
ad esempio, nello swing trading di breve, i 3 livelli temporali oggetto di analisi e operatività sono:
il settimanale - il giornaliero - l'orario, mentre nel trading a medio termine diventano: il mensile - il settimanale - il giornaliero.

Arrivando all'analisi del FTSEMIB weekly noto che:
> il fattore "prezzo" non evidenzia nessun particolare "incontro" dei livelli di Fibonacci, se non la resistenza, a ottobre 2009, sul livello del 38.2% del rimbalzo dell'onda ribassista precedente (maggio 2007 - marzo 2009); in verità un po' poco.
> anche il fattore "tempo" è avaro di interessanti "incontri" sui livelli di Fibonacci; meritano menzione solo il minimo di marzo 2009, molto vicino al 200% del tempo di formazione della prima onda W, e la durata della stessa onda W, pari a 3 anni. Nient'altro di particolarmente significativo.
> quanto al "pattern", beh...un coacervo di complex consecutivi difficili da qualificare, sia a priori che a posteriori, che peraltro non avvalorano l'ipotesi di un minimo definitivo a fine luglio.
> riguardo al "momentum", il classico indicatore MACD evidenzia: sul trimestrale, un valore molto negativo e le linee ancora londane da un incrocio rialzista; sul mensile, un valore negativo ma con l'incrocio rialzista già verificatosi in agosto; sul settimanale, la situazione più interessante, con un valore già incrociato e positivo e una divergenza bullish sotto lo zero; sul giornaliero, un valore positivo molto elevato, ai massimi degli ultimi 2 anni, non in divergenza bearish ma con incrocio ribassista il 19 settembre;
> infine, per l'analisi di ciclo, con lo stocastico: il trimestrale non sembra segnare un minimo da "ottava onda", il mensile invece sembra all'inizio di una nuova fase rialzista (di grado intermediate), il settimanale ha raggiunto un top significativo (di grado minor) sul quale negli ultimi anni è sempre sceso pesantemente, il giornaliero segnala l'avvio di una fase distributiva (di grado minute) .

In definitiva, dal top del marzo 2009, qualificato nel mio modello come massimo di onda [III] SuperCycle, è iniziata un'onda [IV] che, nei principali scenari in ordine di priorità, sembra ancora in corso, poichè non si rilevano livelli di prezzo e di tempo con cluster di Fibonacci, il pattern appare incompleto, il momentum debolmente depressivo, il ciclo che ha raggiunto livelli ribassisti profondi ma non da panico distruttivo.
Tuttavia il minimo fatto registrare a fine luglio sembra significativo, e il trend rialzista (anche se strutturalmente correttivo) che, forse, si è venuto a determinare, se pur in una fase ancora embrionale e con le consuete pause fisiologiche, non sembra destinato ad essere estemporaneo e ad esaurirsi troppo presto.
Graficamente il primo segnale di cambiamento è stata la tenuta del livello di supporto a 12.300, formatosi in corrispondenza del minimo del 2009, il secondo è stato la rottura al rialzo della MM 50 settimane che aveva stoppato il rialzo del marzo scorso;
le prossime necessarie conferme per sancire l'inizio di un trend (correttivo) rialzista sono:
a) la rottura al rialzo della trendline ribassista che congiunge i massimi decrescenti di maggio 2007- febbraio 2011; b) la rottura della resistenza a 17.000 punti.
I miei 2 conteggi principali, in ordine di priorità, evidenziano tentrambi un'onda 1/a/w minor probabilmente già giunta al termine (o molto prossima) e lo sviluppo in corso (o imminente) di una onda 2/b/x che può costituire il più interessante dei punti di ingresso al rialzo.

Comunque è sempre necessario tenere la guardia molto alta, gli indici leader (NASDAQ, SPX, DJIA) sono a livelli elevati e (soprattutto il secondo) vicini ad importanti resistenze, e se dovessero ripiegare è difficile credere in un decoupling proprio del nostro FTSEMIB.

Nell'ordine, su time frame weekly:

scenario preferito


1° alternativo
2° alternativo


ipotesi (remota) di minimo definitivo


... e il grafico daily


 
ElwaveSurfer 22.09.2012

-----------------------------------------------------------------------------




SITUAZIONE AL 21 SETTEMBRE 2012


Mercoledì scorso 19 settembre è partito in apertura l'acquisto del lotto di SORIN; poichè è un trade sbagliato (sono contro mercato, l'analisi sull'indice mi da "storno in corso") tengo lo stop più stretto del solito (a - 3%).
 
Il portafoglio diventa: BANCA GENERALI , INDESIT , SORIN.
Teoricamente sono tutte posizioni da chiudere perchè ora sono contro trend (mi aspettavo che il rialzo durasse di più), ma adesso aspetto i segnali di uscita.
 
ElwaveSurfer 22.09.2012
------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO A FINE SEDUTA 18 SETTEMBRE 2012
Giornata negativa del mercato, sono entrati 3 stop-profit automatici che hanno generato la chiusura delle posizioni long esistenti sui seguenti titoli (tra parentesi la performance del trade):
DANIELI (+ 6,5% dal 06.09); MEDIASET (+ 8% dal 07.09); UNICREDIT (+11% dal 06.09).
Nessun segnale su BREMBO e PARMALAT.
Portafoglio azionario residuo: BANCA GENERALI, INDESIT (molto prossima alla chiusura).

SETUP PRONTI PER INGRESSO SU BREAKOUT AL 18 SETTEMBRE 2012

Oltre a BREMBO e PARMALAT (grafici post precedente)
CAMPARI
DE LONGHI
 
FALCK RENEWEBLES (attenzione pattern d'inversione non completo!)
 
 
SORIN
ElwaveSurfer 18.09.2012
---------------------------------------------------------------------------------



1°Post di apertura della pagina "Italian Stocks" su ELLIOTTFIBONACCI.BLOGSPOT.IT 15.09.2012
 
Sul mercato azionario italiano sono rientrato con piccoli lotti il 6 e il 7 settembre , con notevole ritardo rispetto all'avvio dell'uptrend; non che questo ritardo sia insolito, i miei setup di breakout e pullback si attivano dopo l'inizio di un nuovo trend, ma non mi aspettavo certo questa forza nel rimbalzo/rialzo in corso.
I long aperti sono, per ora, di breve termine, perchè nessun titolo ha finora completato importanti pattern di inversione o rotto pattern di continuazione, sebbene molti sembrano in formazione.
POSIZIONI LONG APERTE AL 14 SETTEMBRE 2012
BANCA GENERALI

DANIELI



INDESIT

MEDIASET


UNICREDIT





SETUP PRONTI PER INGRESSO SU BREAKOUT AL 14 SETTEMBRE 2012

BREMBO



PARMALAT



ElwaveSurfer
15.09.2012

----------------------------------------------------------------------------------------------------